L'uomo che non deve chiedere mai.

Da pochi giorni è stata finalmente avviata la raccolta differenziata anche da noi e a breve spariranno i cassonetti dell'immondizia, meta dei rumenta-tours del circondario. Scendo  nella notte nella stradina  a portare il bidone del secco e c'è il "suo" cane a zonzo che mi punta e mi dà un'abbaiata, probabilmente di paura.  Lui è già passato,ma è rimasta nella notte un'intensa zaffata di Denim!

Tutto bene


Ci sono, ma lavoro tanto. Tutto bene, a parte una fastidiosa sinusite, ad annaffiare i fiori scalza ogni tanto mi bagno i piedi.

Sigh!

Una collezione di rossetti rosa, rossi, mattone, arancio, fucsia mat, glos, a lunga tenuta, a prova di bacio, idratanti, rimpolpanti, etc. e  dover mettere la mascherina!
Sigh!

Reimpiego

Datosi che sto lavorando molto al debutto sui social dell'Istituto per cui lavoro, ho pure beneficiato di un mese di giga illimitati della Tim, che non ho usato solo per vedere i tutorial su come costruire un frullatore con una scatola di sardine, non ho la testa per seguire il blog. Poi giå sono impegnata a pensare a come fare per non ingrassare.
Allora recupero con un vecchio post cbe scrissi nell'estate del 2011, cioè 9 anni fa, ma era proprio un altro mondo. Ero più giovane, mi potevo ancora comperare i rossetti di Guerlain, poi vivevo a Sarzana e io amavo vivere a Sarzana.
Dici, perché non te ne torni a Sarzana?!
Segue il post di reimpiego.

Mentre la mia amica gironzola in galleria, io sono in fila alla cassa dell'ipermercato.
Sto caricando i miei acquisti sul rullo scorrevole, quando mi accorgo di due ragazzi che si trovano anche loro in fila a un paio di metri da me. Sento i loro occhi addosso e uno dei due guardandomi sussurra qualcosa all'altro.

Non lo so se andrå tutto bene

Quest'anno è andata così , però non è detto che una volta imbattuti,  incappati nel famigerato coronavirus ,poi resteremo per sempre per decenni immuni da qualsiasi  altra sventura, dato che ogni tanto arriva un terremoto, un'alluvione, un ponte che crolla. 
Ecco non siamo al riparo dalla sfiga per 30, 40 anni.
Sembra che sia chiaro che l'allevamento intensivo, la distruzione di habitat naturali ci portino inevitabilmente verso il precipizio, poi si può continuare a perculare Greta e i cambiamenti climatici, i gretini, i pidioti etc. ,tutto quello che ci piace mettere alla berlina, tuttavia temo che con questa volta ci siamo giocati l'unico jolly a nostra disposizione e se tra qualche anno ci piomba addosso di nuovo una sventura del genere finiamo, come si dice dalle mie parti, a mangiare l'erba ai poggi.