Il rosario

DSC02522

Io non ho avuto un'educazione religiosa particolarmente significativa. Anzi mi scocciava terribilmente dover andare "a dottrina", cioè al catechismo per ragazzi.
E sono sempre restata perplessa soprattutto da bambina innanzi a virtuosi delle prime file nei banchi della chiesa, anche perchè di alcuni sapevo che avevano una pratica di vita, ma soprattutto un'aridità d'animo decisamente in antitesi rispetto ai valori del del cristianesimo.
D'altro canto io sono cresciuta all'ombra di uno zio missionario, che ha prestato la sua opera tra i più poveri della Terra, infatti non ha fatto carriera nell'ambito delle istituzioni religiose, perchè carriera non la fai sul campo, facendo il tuo dovere, ma la fai e questo vale per ogni ambito, quando stai vicino ai centri di potere.
E adesso che sono ampiamente adulta invece provo una gioia speciale ad andare a dire il rosario, dato che maggio è il mese mariano.
Mi piace in modo speciale questa ritualità comunitaria, sebbene le partecipanti a questi incontri siano per lo più signore anziane.
Credo che sia solo questione di prospettive nella vita, giudicare senza senso le cose che non capiamo, in modo speciale in questi momenti la pratica della religione cristiana è fatta oggetto di continue accuse, denigrare talune ritualità è anche un argomento un po'alla moda.
Ma a me piace essere in controtendenza.

2 commenti:

lasettimaonda ha detto...

Cara Sara, come forse ti avevo già detto, non ho la fortuna di avere il dono della fede, tuttavia ho un immenso rispetto per coloro i quali questo regalo (o forse conquista?), lo portano nel cuore.
Giù il cappello di fronte a queipreti o suore, che servono i più poveri tra i poveri, che sia in Italia o all'estero, molto meno, anzi non li reggo proprio, quelli che pensano solo alla carriera, al denaro, insomma alla politica....in fondo la differenza non è molta!!!
Per non parlare della croaca.....
Vabbè, lasciamo perdere e tornando al giardinaggio, ti dirò che ho svariate viole arancioni e sono pure molto profumate!
Buona domenica...........qui diluvia!Syl

viola ha detto...

Anche da me Sara, di maggio si recita il rosario, rosario itinerante.. Il rosario mi ricorda mio nonno e la sua grande famiglia. Lo si recitava tutti insieme, e a me, da piccola, faceva addormentare. E' un bel ricordo.. Si sospendeva tutto quello che si stava facendo e ci si riuniva tutti insieme, concentrati, a pregare. Ora non lo so più fare. Ma qualcosa ti rimane sempre.