01 febbraio 2011

Quando mi sarà passata l'influenza...

andrò a comperare nuovi bulbi di lilium.
Se tanto mi dà tanto.
Photobucket
nel frattempo subisco questo male stagionale, che credo comunque sia connaturato alla mia struttura, quando arrivo ad un certo punto dell'anno in cui ho esaurito tutte le riserve di sole, accumulate molti mesi prima.
Già febbraio mi invita ad essere ottimista: nella seconda metà del mese poterò le mie rose.
Intanto il tempo di questi giorni mi scorre sempre uguale a se stesso, tra il rito dell'aereosol e un'iniezione di antibiotici, e il cibo leggero, ma pochissimo, perché il mio medico cura qualsivoglia problema di salute con una ferrea dieta. Anche se ti fa male un piede lui ti mette a dieta.

15 commenti:

Jules Bonnot ha detto...

giusto! ottima linea di cura. almeno dimagrisci per la cassa così:D

Jules Bonnot ha detto...

più che un canonico, il contrario è un anarcosindacalista che canta "faccetta nera"

chechi ha detto...

oggi un timido raggio di sole riflette sulla mia scrivania, e mi ricorda che la primavera non è per niente lontana! che bellezza! coraggio! tra poco sole e mare (chi può!io sole e piscina, ma va bene uguale!)

Ernest ha detto...

Allora mi raccomando Sara, uhmmm sempre dieta no dai!
un caro abbraccio

Sara ha detto...

@Jules ho impiegato anche un po'a capirlo...non voglio dimagrire!!!
Per la seconda: giusto!!!
@Chechi cara! ma a Madrid la primavera arriverà presto, vero? Grazie!
@Ernest! niente Genova in questi giorni,ma ci tornerò presto! in gamba eh?!

Jules Bonnot ha detto...

sulla questione del "riconoscere" non so perchè ma la mia risposta le è arrivata sulla mail invece che tra i commenti:D je vous demande pardon

viola ha detto...

Riprenditi presto Sara ! anche io poterò le rose a febbraio, come da tue indicazioni, ricordi ?
baci

semola ha detto...

Ma quanto ti dura l'influenza...??Non sarà che il tuo "cerusico" ha sbagliato dieta?

maresco martini ha detto...

Io Sara il dottore l'ho in casa ma non gli dò ascolto è genero un si sà mai. Scherzo naturalmente, Mangia una focaccina col lardo di Colonnata e vedrai che starai meglio.tanti auguri.

@enio ha detto...

io mi faccio il vaccino e di influenza sono ormai sei anni che non ne sento parlare... magari sono solo fortunato

Bianca ha detto...

Ciao Sara, a guarigione avvenuta sarai un figurino !!!
..in attesa della primavera ti abbraccio..

bidellissimo ha detto...

Gentile Signora, il Suo medico sarà il miglior medico terreno (anche se io ne dubito), ma come può capire il fisico una dea e le sue sacre esigenze? Tanto vale affidarsi ad un bidello! Ed il bidello le dice: COTECHINO CON PUREA, MOLTE FETTE!!! Le farà bene alle tettine (che altrimenti le spariscono) ed allo spirito!!!
VIVA I BIDELLI EMILIANI! VIVA I BIDELLI!

Sara ha detto...

@Viola, potare le rose e fare talee!! non vedo l'ora! in giardino non si butta via niente!
@Semola sono afflitta dalla sinusite, accipicchia! ne pianti di bulbi? hai visto che bei gigli?
@Maresco...sto facendo una cura a base di splendide letture! Tu sai cosa! però ho una certa famuzza...

Sara ha detto...

@Enio la prossima volta il vaccino lo faccio anch'io, è troppo impegnativa l'influenza, poi la sinusite l'ha complicata. Ciao caro!
@Bianca...va beh, noi siamo donne ottimiste e guardiamo sempre il lato positivo della situazione, vero?!
@Chiar.mo Bidellissimo, il suo ottimismo è fonte di lusinghe! non posso che concordare con lei circa le virtù bidellesche et emiliane.

semola ha detto...

Agli e cipolle sono bulbi .... per cui .... si!
In realtà curo ancher il giardino: di bulbi ho piantato un "amarillo" e dei mughetti. Vedremo.