19 aprile 2011

LA CURA DELLE TRE "A"

DSC03573

ovvero coltivare le rose senza trattamenti si può e si deve!
A giorni fiorirà meravigliosa, ma è mia intenzione adesso richiamare l'attenzione sulle foglie belle e sane.
La pianta è una Sarah van Fleet , che al pari di tutte le mie rose non riceve alcun trattamento. Anzi no! io alle piante riservo la cura delle 3 A e cioè Acqua (mai troppa, tranne in fase di messa a dimora e nei giorni successivi), Aria (perché all'interno della pianta deve circolare, una buona potatura serve soprattutto a questo !) e ovviamente Amore!

4 commenti:

rosa ha detto...

E l'efficacia della cura si vede!
Eccome se si vede...immagino già la fioritura :-)

Abbraccione
Namastè

il giardino di enzo ha detto...

In questo periodo le rose sono un po' più sole, mia "suocera" scende poco in giardino e le varie postazioni di rose erano da sempre la sua passione.
Credo non abbia mai dato veleni, certamente da tempo sono senza cure: sono pronte ad esplodere con la loro meraviglia e fragranza.
Tre A anche da noi.
Buongiorno!

aboutgarden ha detto...

bello le tre A! condivido...tanti soprattutto sbagliano con la troppa aqua
simonetta

viola ha detto...

Brava Sara condivido ! anche io le lascio vivere senza schifezze. Purtroppo ho già trovato sui boccioli qualche pidocchio... cerco di eliminarlo con acqua in cui ho sciolto del sapone di marsiglia :))