24 gennaio 2012

lapsus di femmina giardinicola

La segretaria della scuola è stata gentilissima così che prima ha seguito una pratica per me, poi dato che io ho aperto la strada, mi ha seguita anche un collega. E comunque volendo, poteva anche fregarsene, e invece no.
E io da lavoratrice apprezzo la cortesia di chi è al di là dello sportello e poi la mia mamma Lucy mi ha educato a ricambiare la disponibilità altrui con un pensiero gentile.
E allora vado a ringraziare e reco come omaggio un tronchetto della felicità, una pianta piccina, ma deliziosa, tanto verde, poca cura. E mi profondo in pubblici ringraziamenti nell'ufficio, a lode della dipendente, quindi promesse di ricambiare la cortesia quando verrà in visita nella mia piana, con il mio collega che la mette sull'avviso: "la aspettano 4 ore di visita perché Sara quando attacca a parlare non si ferma più...".
E ancora grazie e saluti, si va beh, ce ne andiamo e se non mi fermava il mio collega io mi ero già ripresa senza rendermene conto il tronchetto in braccio per portarmelo via!

9 commenti:

mark ha detto...

Era troppo felice di esser abbracciato :-)

Adriano Maini ha detto...

Come amo quei tronchetti! Ed almeno uno ce l'ho!

sava dama ha detto...

ciao da parte mia..Sono in attesa di nuove foto..

Isabel ha detto...

che bello un pò di sana civiltà!

Paola ha detto...

Distrazioni così possono capitare a tutti!e poi eri emozionata.
Augurandoti una buona giornata ti saluto con affetto e simpatia

Chris ha detto...

Ma che brava sei stata a donargli la pianta. A volte quando la gente e' sgarbata con me penso che le persone sono tutte uguali, faccio di tutta l'erba un fascio. Poi piano piano mi ricredo, perche' in mezzo al male c'e' anche il bene.Sei veramente stata gentile e ti sei accorta di cio' che gli altri hanno fatto per te :-)

il giardino di enzo ha detto...

Ahahahahah!!

IsA ha detto...

hi hi hi....
buona serata
isa

Ernest ha detto...

Sono dell'idea che queste cose fanno davvero bene!