31 gennaio 2012

sacrifici

Il nostro presidente ha detto che per uscire dal tunnel dobbiamo fare tutti dei sacrifici.
Intanto vorrei conoscere quelli che farà lui.
Farà colazione a casa invece che al bar? Mangerà mortadella invece che prosciutto crudo?
Porterà l'auto in un lavaggio a gettoni piuttosto che in uno manuale?
Che poi la cosa che più mi manda in bestia è quando i politici dicono che abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità.
Chi?! Noi?!!!

8 commenti:

Kylie ha detto...

Noi abbiamo fatto quello che potevamo, altri (circa 1 milione di persone) vivono alle nostre spalle. Non producono e non creano ricchezza, sperperano solo.

maura ha detto...

Il "gesto" di togliersi dai loro stipendi milletrecento euro lorde..
ennesima presa in giro!
Se mi parte la mobilità (sono passati più di tre mesi e l'inps ancora non paga) è la cifra che forse prenderò di 2 mesi!

Alessandra1966 ha detto...

Mi duole dirlo ma sì, molti di noi hanno vissuto sopra le loro possibilità.
Non so se ricordi, qualche anno fa, lo scandalo delle finanziarie che prendevano per il collo incauti compratori che si erano procurati, a rate, la tv lcd, il condizionatore, il pc ultimo modello, il telefonino che faceva anche il caffè alla mattina e amenità del genere e poi si erano ritrovati con venti bollettini in scadenza e piangevano miseria su rai due da Cocuzza. E non sono stati pochi. E poi dovevamo renderci conto da subito che votare Berlusconi era sopra le possibilità di questo Paese, ed è stato l'errore peggiore che si potesse fare. Ora è inutile piangersi addosso.

mark ha detto...

Quale tunnel? L'economia è questa, il mantenimento o la crescita esponenziale non sono fattibili, queste basi sono fallimentari e loro lo sanno benissimo. Il sistema e sovraffollato, sbilanciato e palesemente pilotato, per il rilancio c'è bisogno di una nuova vita, come per la fenice. Siamo disposti a rinascere dalle ceneri?

Primo Ultimo ha detto...

Purtroppo è l'intera Italia che ha vissuto sopra le proprie possibilità. Con un'economia che non cresce da almeno venti anni abbiamo speso più di quanto abbiamo prodotto.

Giuliano ha detto...

A parte che non si sono tolti una sega nulla (si sono congelati un aumento) ma vivere sopra le possibilità credo che sia stato impossibile per chi guadagnava 7/800 mila lire e si doveva fare un culo come un paiolo in fabbrica a una catena di montaggio eppure i sacrifici si stanno chiedendo solo a loro perchè rinunciare a quei soldi come dice la Melandri(PD) è populismo

Alligatore ha detto...

Puoi ridurre tutti gli stipendi che vuoi (anche quelli della classe dirigente), ma se il sistema economico rimane quello, non vai da nessuna parte, e da quello che mi risulta l'attuale governo non intende cambiarlo, anzi ...
p.s. abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità un bel paio di palle.

Lunga ha detto...

Loro delle nostre!