19 marzo 2012

seconda possibilità

E'da ieri che ci penso. Ma a me a quel tipo che dopo averla malmenata e tramortita, ha lanciato la fidanzatina di 18 anni che lo aveva respinto, giù dal viadotto e poi si c'è gettato anche lui e si è salvato, mi verrebbe di dargli una seconda possibilità.
Giù dal viadotto.



15 commenti:

Alessandra1966 ha detto...

Ma anche una terza, una quarta, una quinta...

Primo Ultimo ha detto...

Io questa mattina ci pensavo. Mi sono chiesto come è possibile scegliere questi uomini. Nel senso che se è vero che le persone cambiano è anche vero che solo un tipo (cattivo) di uomo può fare una cosa del genere. Quindi mi chiedo come è possibile averlo amato.

Sara ha detto...

Penso perché questi uomini ti fanno sentire una regina, ti dicono di amarti smisuratamente, sono capaci di regalarti fiori e attenzioni e sono gelosi di te. Che è normale che chi ti ama sia un po'geloso. E che a questi poi basta pochissimo per scatenersi in scenate violente. TI fanno terra bruciata intorno. Io ho avuto un compagno così, nel suo caso sarebbe stato violento verso se stesso, più che verso di me, infatti la spinta distruttiva è stata irreparabile.

Sara ha detto...

Dimenticavo una cosa importante: bisogna vedere in questi casi quanto incidano la droga e l'alcool nel provocare queste tragedie!
Ma non diamo colpa alle donne se si innamorano di questi uomini: sono lupi travestiti da agnelli. E le loro famiglie lo sanno e li coprono. C'è una gran responsabilità delle famiglie dei mostri. Voglio dire, ma una madre non si accorge che un figlio è fuori di testa?Poi ci sta che siano violenti anche all'interno delle loro famiglie.

Primo Ultimo ha detto...

La mia non è voler dare una colpa senza nemmeno voler distinguere tra uomo e donna. Mi chiedevo solo se questi mostri si travestono così bene da non riuscire a smascherarli. oppure se in qualche modo c'è un modo per guardare la loro natura profonda. Io diffido sempre dei troppo. Troppi fiori, troppi complimenti, troppa gelosia. perchè inevitabilmente c'è dietro una finzione.

Sara ha detto...

Credo che i metodi per individuarlo ci siano, ma scusa se ci ritorno sopra, noi donne subiamo forti condizionamenti culturali fin dall'infanzia, forse se non ci raccontassero la storia del principe azzurro sarebbe meglio.

Lunga ha detto...

concordo con alessandra... tutte le possibilità del mondo gli darei!

@enio ha detto...

certa gente è pericolosa e andrebbe internata prima... al primo sintomo di pazzia

Ernest ha detto...

io pure...

Giuliano ha detto...

Si,però prima tagliamo le piante sotto almeno trova duro

Chris ha detto...

Eh si, e' una storia molto triste. Penso che lui e' colpevole di averla malmenata cosi' tanto e deve pagare per cio' che ha fatto. Ma se qualcuno gli ha dato un'altra possibilita' (a tutti e due) penso che significa che hanno qualche cosa d'altro da fare in questa vita. Spero ce la facciano tutti e due...

Simonetta Russotto ha detto...

La pendo come te, Sara.

Francesco ha detto...

è che la normalità fa spavento, e questo più alle donne che agli uomini. a me gli uomini violenti fanno schifo, gli stupratori li butterei in carcere gettando poi la chiave in un fiume. ma le donne hanno precise responsabilità, e ne sono convinto. ho troppi esempi di donne intorno a me specializzate nel cercarsi sempre e comunque l'uomo sbagliato. si cerca l'uomo "bello e dannato", quello che assomiglia a modelli televisivi che fanno del facile successo l'elemento predominante. e, se va bene, ricevono inaffidabilità, corna e cose di questo genere. ogni tanto ci scappa il fatto di sangue, che è solo il peggiore dei corollari.

il rapporto tra uomo e donna va ripensato, ma toccherà (forse) alle prossme generazioni, e per prossime intendo quelli che oggi hanno pochi anni di vita

Sara ha detto...

Si, il rapporto va ripensato. Ci sono troppi condizionamenti culturali che chi imprigionano. Mi ripeto, a noi donne ci frega la storia del principe azzurro, che poi è quello che ti viene a salvare da una condizione subalterna. Pensa a Cenerentola che aveva un padre preso dai fatti suoi, così egoista da non vedere che era schiavizzata. O quell'altra Biancaneve, il cui padre ha sposato una donna perfida e anche lui non se ne accorge.
Nelle famiglie bisogna dare sicurezza alle ragazze. Sicurezza e ascolto.

Kylie ha detto...

Sì, se vuoi ti dò pure una mano.