28 luglio 2014

ESTETISTI, PARRUCCHIERI, COLF E BADANTI. Le professioni che hanno vinto la crisi

ESTETISTI, PARRUCCHIERI, COLF E BADANTI. Le professioni che hanno vinto la crisi
link da CGIA di Mestre.
questo post si commenta da solo, ma se volete commentarlo è ovvio che la cosa è ben gradita.
Va beh, metti pure che tutti quei centri di massaggi orientali il loro contributo alla crescita degli addetti nel settore lo danno.

Che se con la crisi crescessero gli addetti delle scuole di lingue, di informatica, significherebbe che si sta affrontando il futuro con un impegno  concreto, o no?
O queste sono solo le riflessioni inattuali di una signora di quasi 44 anni.
Delle unghie finte scriverò un'altra volta.

10 commenti:

fracatz ha detto...

non si può di certo aver l'ambizione di pensare che saremo noi ad indirizzare i consumi nel mondo occidentale.
Quel che suggerisco io ai giovani nelle mie consulenze è di fare una ricerca di mercato prima di pensare a spendere soldi e tempo in qualsiasi corso di laurea.
Ma in genere sono consigli al vento, la maggioranza va a scaldare banchi ed a incrementare l'industria dei baroni del laureificio nazionale. Tutte le famiglie vengono impoverite da questo comportamento e non possono poi avere soldi per aprire un parrucchiere, una pizza a taglio, un estetista, lasciando per sempre i propri figli laureati in storia della filosofia a fare i garzoni nei suddetti negozi

Sara ha detto...

va beh, noi laureati in storia della filosofia in qualche modo ce la caviamo. C'è chi ha fatto il segretario del PD,chi ha fatto il segretario della Cgil, chi ha fatto il ministro dei beni culturali...

UnUomo.InCammino ha detto...

La crisi energetica (costi energetici sempre più alti che drenano sempre più risorse indirizzandole all'estero) comporta una semplificazione delle società.
Alcuni lavori "umili" vengono ricoperti da manodopera straniera a costi molto più bassi.
C'è un generale rattrappimento del mercato del lavoro: la delocalizzazione e la deindustrializzazione tolgono la trasformazione di ricchezza, la distruzione ormai avanzata del settore primario ha eliminato parte notevole della produzione di ricchezza.
Rimane un terziario e un quaternario campati un po' per aria al quale tentano di accedere coloro che non trovano più impiego nel primario e nel secondario.
Così anche lavori apparentemente sicuri e avanzati subiscono una contrazione notevole dei redditi.
L'impatto di un afflusso sterminato di senz'arte ne parte comporta un distorsione pesante di tutto il mercato del lavoro che parte sì dai lavori considerati umili ma che arriva a tutto il resto.

Francesco ha detto...

questo paese è spacciato

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Primo Junior ha detto...

Questo sistema che cosa può desiderare se no far credere che tutto è spacciato. Quindi creare un sistema dove, a loro insaputa, tutti quanti compresi i blogger iniettano giorno dopo giorno tutto il male possibile per poter abbassare sempre di più il morale della gente. Lo sapete meglio di me, dai testi che avete studiato all'università, che privare l'essere umano dei propri sogni porta al sistema dell'1% ad una vittoria facile. Allora, cari fratelli e sorelle italiane, se in america può andare l'annusatore di ascelle, perché in Italia non si risponde con m'ama non m'ama letto da una margherita con la modica spesa di un euro? Non abbiano rivali perché noi siamo migliori, ci vestiamo meglio, usiamo la giusta profumazione sulla nostra pelle, ma ancora di più abbiamo più fascino di tutti. Quindi, il m'ama non m'ama spetta solo a noi popolo di sognatori. E non ci sarà nessun blogger che mi farà cambiare idea e privarmi dei miei e vostri sogni! Ciao, Sara....

Primo Junior ha detto...

Per questo voglio i blogger con WhatsApp inserito per creare un bel gruppo che pensa in positivo!

Ernest ha detto...

scusate per il ritardo del commento... ero dall'estetista e poi in coda dal parrucchiere.
Mamma mia...

Sara ha detto...

belin Ernest come tei diventato belo!