ferragosto 1982

Eravamo andati al fiume per il pic nik di ferragosto.
C'era tutto, proprio tutto. Le formiche, l'odore dell'erba misto a quello della grigliata, le magliette colorate e i piatti di plastica. Nel pomeriggio digestivo, tra un sorso di cedrata, ahime'ormai quasi calda e il ronzio di un'ape zelante che passava su fiori comuni, dei quali ignoravamo il nome, la radio riportava la cronaca diretta del Gran Premio d'Austria vinto dal pilota romano Elio De Angelis,  a bordo di una Lotus.
Questo e'l'omaggio di una bambina a un grande, indimenticabile campione.

2 commenti:

Mark Renthon ha detto...

Altro campione scomparso prematuramente.
Mitica la sua Lotus pittata JPS.

Il Vetraio ha detto...

L'ape zelante mi ricorda l'unico operaio che lavora, quando tutti intorno stanno a guardare...finché le formiche puntavano la cedrata, tipo