02 ottobre 2015

LUNIgiana -via Fiume, La Spezia


La Storia!Via Fiume a La Spezia, ieri l'omaggio alla Vittoria Mutilata nella toponomastica, oggi un negozio di cinesi. 
Pero'questi manichini che evocano ragazze deliziose li trovo simpatici per l'allegria degli abitini colorati che indossano, sebbene richiamino corpi stereotipati, cioe' fisici giovani, magri e con un una terza di seno.

8 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Il richiamo è dolce come lo zucchero
Ciao Sara.
Maurizio

UnUomo.InCammino ha detto...

Sì, quei manichini attraggono la vista.
Desmond Morris sottolineava che i furbacchioni pubblicitari utilizzano tutte le "predisposizioni di specie" (sessuali) possibili, pur di vendere.
Un'altro classico nei manichini è quello di avere capezzoli sensibilmente pronunciati/eretti.
Anche quello attrae molto l'attenzione di noi maschi. Per voi femmine ritengo che il meccanismo sia meno diretto ovvero quello dell'emulazione.

Ernest ha detto...

:-) sembrano in attesa

Lorenzo ha detto...

A Milano c'è la tradizione degli "spazi chiusi". Tutte le attività umane si svolgono in ambienti interni, magari nei cortili ma mai sulla strada, in spazi aperti. Se vedi un negozio con la merce esposta all'esterno, stai sicura che è di uno straniero. Dal punto di vista del visitatore, Milano sembra "vuota", oppure sembra che la gente corra di qui e di la senza scopo. Non si vedono dalla strada i luoghi dove la gente socializza perché non ci sono. Come dicevo, sono tutti "luoghi chiusi" e quindi è difficile capitarci per caso, devi sapere dove sono e ci devi andare di proposito.

Silvia Negretti ha detto...

E' il cambiamento che porta il passare del tempo, che ci vuoi fare?
E secondo me non è nemmeno così male sotto tanti punti di vista (primo tra tutti l'integrazione interrazziale), se uno non si fossilizza sugli aspeti negativi!
Quanto ai manichini, questi sono praticamente fisicità normali, nelle boutique di lusso (vedi Prada, Gucci, Dior e compagnia bella) i manichini sembrano stilizzazioni di modelle taglia 0, che ti viene l'ansia solo a voler provare i vestiti... ;)
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

Alberto ha detto...

La terza, da sinistra, più che una terza mi sembra abbia una quarta.

Sara ha detto...

Belin Alberto che occhio!

diego ha detto...

cara Sara, sono nato in via Fiume, più o meno dove ora c’è l’hotel Mary, vicinissimo alla casa del famoso caso Serviatti