05 settembre 2016

Ma come vai all'universita'?

Socializzando se pur  limitatamente, divento consapevole del fatto che inizia ad essere in uso dalla mie parti l'abitudine di accompagnare i figli in auto nella sede universitaria. Sia che si debba andare a Pisa o a Firenze o a Genova, 50 o 150 km da percorrere settimanalmente, si puo'andare  in auto che ti accompagna la mamma o il papa', cosi'ti porti dietro tutto il guardaroba, i libri e il sugo e i pomodori dell'orto e non viaggi sui treni che sono sporchi e pieni di gentaccia.  
Poi magari preparano l'esame di psicologia dell'eta'evolutiva.

8 commenti:

La Laura ha detto...

Nemmeno con il piede rotto e le stampelle permisi ai miei di accompagnarmi in università in macchina. D'altronde loro nemmeno ci pensavano.
ps (comunicazione di servizio) le ragazze in stampelle "cuccano".Adesso mi lascerebbero il posto a sedere in metrò - dandomi del Lei ... ;)

UIFPW08 ha detto...

Basta laurearsi.. Il mio abbraccio Sara

Maurizio

semola ha detto...

... io ... rigorosamente pendolare ... prendevo due autobus, il primo dal paesello a Carrara, il secondo da Carrara alla stazione ... poi il treno per Pisa ... e poi il ritorno ...
... ma mio nonno mi diceva "... non lamentarti ... che noi si andava a piedi fino a Parma ... e sotto i bombardamenti!!!!!"

Lorenzo ha detto...

Ai miei tempi un calcio nel culo e pedalare.

Comunque, economicamente, se l'accompagnamento è frequente, conviene comprare auto usata e farla guidare al pargolo universitario.

Che i treni facciano schifo è qualcosa di inammissibile. Ma in Italia nessuno è responsabile di alcunché. Quindi va bene cosi.

Vera ha detto...

Mia nipote si è fatta portare a scuola tutti i giorni da mammà fino all'ultimo giorno delle superiori, adesso che ha un figlio si fa fare da mangiare, lavare e stirare i panni a lei, pargolo e marito... E io che speravo che mettendo su famiglia....
Però la colpa non credo sia dei ragazzi ma dei genitori.

Magnoli@ ha detto...

Che strana cosa mah!
Ciao Sara :-)

UnUomo.InCammino ha detto...

Ahaahhah il finale....
:)

UnUomo.InCammino ha detto...

I treni sono decenti e l'auto é nella crepa delle persone. Anche quelle intelligenti (non sempre, umano pur'egli, Lorenzo). Comprare l'auto a uno studente universitario per andare in auto ad una città servita dal treno... Follia!! Come creare un altro autossicodipendente.