12 novembre 2016

Chiave di ricerca per studenti pigri

Parafrasi / commento testo ballerina ballerina bruna di Pavese

Fatela da te! 
Io il testo l'ho ricopiato da un libro e tu non vuoi manco prenderti la briga di vergare quattro righe in croce! 
ah...ai miei tempiiiii! Altro che copia e incolla, al massimo la parafrasi la copiavi in corriera, appoggiando un quaderno alla schiena di qualcuno e scrivevi, sballottando per i sussulti del bus, mentre una tua amica con una mano teneva il quaderno e ti dettava, mentre con l'altra mano si teneva aggrappata  alla maniglia del bus...




O ballerina ballerina bruna,
o anima di carne appassionata,
mentre sotto le musiche e le luci
che paion fatte, colla loro gloria
e i loro brividi intensi, sol per te,
tu muovi sempre uguale e sempre splendida
e io nel buio lontano mi divoro
e contorco febbrile, da distruggermi 
nel rombo delle luci, con nell'anima
tutti gli strazi tesi d'azzurro,
gli schianti e i grandi sogni lancinanti 
levati in alto in alto adosso a te.

Cesare Pavese

[25 dicembre 1927]

4 commenti:

semola ha detto...

... e mio nonno direbbe...
Ah... ai miei tempi! Altro che copiarla sul bus...
... al massimo la parafrasi la facevi intingendo il pennino nel calamaio al lume della candela di sego...
... mentre la mamma teneva fermo il tavolo per evitare i sussulti dei bombardamenti!

Lorenzo ha detto...

Ripeto per l'ennesima volta, lo stato dell'arte non è innocuo, innocente, carino. Gli studenti contemporanei sono sempre più analfabeti ad ogni giro di giostra. Non è solo una questione meramente scolastica, l'accavallarsi di riforme squinternate che hanno lo scopo di dare un lavoro ai disoccupati, è stato deciso di equalizzare tutto in basso, assumendo come riferimento quelli che una volta erano i "coatti" o i "tamarri".

Se non ci credete, un liceale degli anni '70 aveva un lessico TRE VOLTE più ampio di quello dei liceali odierni. Del "nuovo italiani" abbiamo già discusso in passato e anche li, non è solo il "colore" dei neologismi come "assessora", è anche l'idea che si debbano eliminare le eccezioni e i congiuntivi per semplificare la lingua in modo che chiunque parli lo stesso italiano "idiotico", immigrati, poveri, ricchi, destra, sinistra, sopra, sotto.

Tutti felici e contenti.

fracatz ha detto...

non per fare il solito pierino saputello, ma non era "O ballerina ballerina storna..."

Federica ha detto...

L'arte di copiare 2.0 :)