20 maggio 2017

Le parole che conosco.

Stamani sono andata da mio padre al cimitero:sto sostituendo i vasi di piante sfiorite sulla sua tomba, con altrettanti di piante che non hanno esigenze  idriche impegnative. Io comunque vado  al cimitero almeno due volte alla settimana, che alle volte mi immagino mio padre che mi rimprovera bonariamente se spendo i soldi per un'ennesima pianta, però conoscendolo so già che messagli innanzi lui direbbe "è bella!". Poi mentre sono lì che strappo l'erba, mi direbbe "vai a casa, non stare qui, vai dalla mamma!". E se annaffio le tombe neglette,  dove c'è un vasetto striminzito,  mi direbbe che faccio bene. 

14 commenti:

La Laura ha detto...

💐

franco battaglia ha detto...

Conosco gente, anche parenti, che non vanno appositamente a visitare parenti al cimitero. Fanno male a mio avviso. Io invece curioso anche sulle lapidi altrui. Il cimitero mi acquieta. Eh si... ognuno è strano a modo suo.

Pier ha detto...

mi piacciono i cimiteri. da sempre. a volte vado a staglieno solo per fare un giro delle tombe 'altrui' leggere lapidi, vedere foto, c'è un mondo da scoprire pure senza esserne coinvolti.

Francesco ha detto...

Nuvola ha detto...

Che bel ritratto, di te e di tuo padre.

elenamaria ha detto...

Mio padre riposa da tanti anni in un piccolo cimitero di montagna. Accanto a lui mia mamma. Vado ogni olta che posso. Da sola. Chè le nostre chiacchierate sono nostre.

Lorenzo ha detto...

Mio padre è li insieme ai miei nonni. Io ci vado molto raramente, quasi mai. La mia repulsione per i cimiteri è seconda solo a quella per gli ospedali.

Biagioli Alessandro ha detto...

le femmine giardinicole <3

Alahambra ha detto...

Non vado praticamente mai in cimitero: pur non avendo conflitti con la morte ne ho con quel luogo che non riesco a trovare pacificante.
È vero anche che so che le tombe di mio padre e dei miei nonni son sempre in ordine, pulite e fiorite perché mia madre va invece assai spesso. Mi approfitto, probabilmente se lei non ci fosse lo farei io.

Ernest ha detto...

credo sia davvero importante andare a trovare i nostri cari, è un po' come tenerli ancora di più con noi. Ricordo che da piccolo i miei mi hanno sempre portato. Noi lo stiamo già facendo con la piccola.
un abbraccio

Mariella ha detto...

A me piace quella quiete. Mi rende serena.
Abbraccio Sara.

@enio ha detto...

io preferisco ricordare mio padre la domenica durante la messa e regalargli 2 preghiere. Al cimitero non vado, è lontano 700KM e andandoci chissà se riuscirei a ritrovare la sua tomba da solo. Pewr questo compito è incaricato mio fratello che abita a Chieti.

tvandtv ha detto...

mi riconosco in tutto il tuo post essendo anche io sabato mattina, stata in cimitero da mia mamma.. come vorrei che cimiteri fossero solo un prato verde e una croce bianca uguale x tutti che esigenza di mostrare il proprio reddito consumistico in una tomba è dei vivi, non certo in nome di un qualsiasi Dio o degli stessi morti..
consigli su fiori o piantine a parte quelle grasse?

diego ha detto...

certo, cara Sara, molto di lui vive in te, e, molto di te viene da lui