Compagna di viaggio


Alla fine oggi mi sono ritrovata seduta accanto a una barboncina bianca. E pensare che quando 12 anni fa mi proposero una barboncina bianca, non seppi rispondere. Non avevo mai pensato al tipo di cane che volevo.
Poi mi hanno mandato la tua foto, una volpina nera piccola e impaurita, Paolo è passato, ti ha visto sullo schermo del computer e ha esclamato: carina quella lì!

Ti avevano chiamato Ela,ma io quello che poi sarebbe stato il tuo vero nome ,francamente bellissimo, Apua, l'ho pensato sulla via del ritorno, lungo la Cisa. 
Hai vissuto una vita speciale, i giretti in giardino per conto tuo, le passeggiate in centro a Sarzana, i tuoi divani su cui stare spaparanzata, i gatti a cui fregare il cibo, ma complici quando c'era da fare la caccia alle lucertole, gli aperitivi al Penny Bar, le corse da cagnetto selvaggio lungo il torrente. E quando veniva il prete a benedire, non mancava di benedire anche te. E poi lui che per anni ed anni è stato il tuo compagno di scorribande, ti portava in giro sul cestino della bici. 
Poi siamo andate ad abitare via,  solo noi due, e quando giravo per i mobilifici per arredare la casa nuova, ti portavo in braccio e al venditore di turno dicevo: siamo sole io e lei.
L'anno dopo anche i gatti ci hanno seguite, Lunica non c'è riuscita, è morta uccisa dai botti il 31 dicembre di quell'anno maledetto. Siamo tutti stati convinti che sia venuto il suo padrone a prendersela.
Chissà se nella tua testa di cane, quando eri sprofondata nel divano, con un occhio aperto e uno chiuso, ti veniva in mente qualcuno di coloro che se ne sono andati.
Alla barboncina ho messo il tuo collare e il tuo guinzaglio e siamo andate a fare un giro. Stasera le ho dato il tuo cuscino rosa, quello nuovo, che hai usato poco, pochissimo.
La tengo con me qualche giorno, mentre la sua padrona torna in Romania e voleva evitarle lo stress di un viaggio così impegnativo. 
L'ha pagata anche un po' ed è assurdo per me che comprino cani proprio le persone che vengono da Paesi dove ci sono tanti randagi senza padrone. 
È proprio una moda scema quella dei cani di razza, da ostentare  come gli smartphone.
Io non non ti ho comperata, io ti ho adottata da Save the Dogs , io ho voluto che tu fossi ovunque andassimo, la splendida testimone della violenza che subiscono i cani randagi in Romania.
Poi in futuro prenderò un altro cane, al tuo posto, per modo di dire, il  posto nella mia vita che hai avuto tu, non l'ha avuto nessuno, è una cosa fuori dalle categorie relazionali. 
Ora ci sono Slim e Leo che sono cani anzianotti e bisognosi di attenzioni e la mia vita è già anche troppo complicata per assumermi una nuova responsabilità.
Già devo misurarmi con questa vita senza te, da quando te ne sei andata, nel giorno di Sant'Agostino. Dove dormi adesso ho messo una rosa bellissima e un iris nero.

19 commenti:

Francesco ha detto...

Mi ha insegnato che solo gli sciocchi non cambiano idea

Anonimo ha detto...

❤❤❤❤
Franca

Alahambra ha detto...

Mi dispiace Sara, moltissimo. Ti abbraccio.

Sara ha detto...

Grazie a tutti e tre del pensiero per Apua.

Alberto ha detto...

Un abbraccio.

Icaro ha detto...

Un post che stringe il cuore. Ti abbraccio

Nuvola ha detto...

Ti abbraccio stretta.

Mi hai fatto commuovere...

UnUomo.InCammino ha detto...

E' morta Apua?
Oppure è l'anniversario della sua morte?
Sento che sei addolorata. Diventano affetti, diventa un'unione d'anime.
Quando una scompare c'è il buco e fa male.
Serenità Sara.
E un abbraccio silenzioso.

Biagioli Alessandro ha detto...

Apua ------<@

Frida ha detto...

Con questo post mi hai fatto piangere, ripensando al mio Luchy che mi ha lasciata ormai due anni fa. Adesso c'è Kiko, l'ho trovato in canile.L'idea di avere dato la possibilità di una vita migliore ad un cane senza casa mi consola ma non so se riuscirò ad amarlo come il primo. Diamo tempo al tempo...e anche il dolore si rimarginerà. ciao

viola ha detto...

Apua dolcissima ... siete state fortunate a trovarvi. Un abbraccio Sara

diego ha detto...

una bella storia d’amore e amicizia, semplice e intensa

semola ha detto...

... di Apua ce ne sarà sempre una sola ...

Carlo ha detto...

i dico che mi dispiace molto.... te lo scrivo con un groppo alla gola perché, leggendoti, m'è tornato alla mente che proprio lo scorso maggio mi ha lasciato la mia Stella, gatta che da 12 anni, 3 traslochi, un numero imprecisato di passeri, lucertole e serpentelli portati in casa, tante avventure, qualche preoccupazioni, tanta gioia e affetto... viveva con me! Ora riposa anche lei in un angolo del giardino, coperta da tanti bulbi di amarillas che fioriscono a maggio. Per fortuna, da circa un paio di anni avevo adottato anche un altro gatto... più che il non avere più un animaletto in casa, ho sofferto la mancanza di quella gatta che mi ha accompagnato in un lungo e significativo periodo della mia vita.

Ciao Sara (qualcuno dice che ci aspettano al ponte dell'arcobaleno... di sicuro, c'è che rimarranno sempre nei nostri cuori)

Ernest ha detto...

non c'è altro da aggiungere se non un grande abbraccio

Marco Poli ha detto...

Non ho ancóra avuto modo di allevare l'animale mio preferito, l'orso.
Ecco : penso che se avessi allevato un orso fin dall'infanzia, soffrirei molto per il suo trapasso.

===

Zucchero@ ha detto...

Cara Sara comprendo bene il tuo dolore perché, il 14 agosto,dopo diciassette anni , anche Zucchero mi ha lasciata, ora riposa sotto un leccio,all'isola d'Elba vicino al mare che lui amava tanto..e ho scritto DOVE LA MORTE NON VIVE E LA VITA NON MUORE ...C'È UN PRATO FIORITO CHE CONFINA CON IL SOLE ...É IL PRATO DOVE TI RIABBRACCERÒ AMORE MIO...❤️UNA PARTE DI ME É MORTA INSIEME A TE PER SEMPRE😪😪😢😢Adesso Apua sarà insieme a Zucchero sul ponte dell'arcobaleno e questo un po' mi consola! Ti abbraccio forte forte ♥️

Sara ha detto...

Grazie a tutti, davvero di cuore!
Apua è stata una canina splendida, mi manca tanto, ma so di averle dato una vita bella!

unrosetoinviacerreto ha detto...

Sono addolorata per te. Apua è stata fortunata ad incontrarti.