La terra dei cachi

Cronaca vera, in una palestra di body building.
Arriva un giovinotto sui 30, 35 anni, magro, pallido, la faccia di uno che si fuma dei gran cannoni e chiede al titolare, un corpulento individuo dai muscoli tanto imponenti, quanto chiacchierati : ce le hai una di quelle barrette energetiche al cioccolato?
Il tipo della palestra: si ce l'ho! Costrebbero 10 euro, ma per te sono 8 euro!
Dopo un po'arriva la madre del tipo, una donna sui 65 anni, con una gonna a fantasie scozzesi marrone, già vestita molto autunnale, rispetto alla bella giornata d'ottobre.
È venuta a contrattare per il figlio, alla fine si accordano e cioè  una barretta per 5 euro e 5 cachi.

6 commenti:

Lorenzo ha detto...

Postacci frequentati dai mutanti.
Lo so io che "barretta al cioccolato" cercava il tipo.
Di quelle che non vendono (ancora) nei negozi.

Mark Renthon ha detto...

Già uno sulla trentina che manda la mamma in palestra coi cachi per fare un baratto, mi da l'idea dello sfigato che deve essere..

fracatz ha detto...

barretta al cioccolato, dolce e un po' salato, io non c'avevo proprio pensato
Ottime come regalo natalizio

Lorenzo ha detto...

Mark, perché invece il personaggio della "palestra di body building" che contratta con la mamma e si fa pagare la fantomatica "barretta" da 10 euro in cachi, quello non è sfigato? Dai, è tutto un ecosistema del sotto-mondo, è gente di quella che popolava i dipinti tardo medievali. La cosa veramente tragica e quando dico tragica intendo a livello di prova della non-esistenza di Dio, è che i bambini nascono tutti uguali, tutti belli, tutti intelligenti e poi vengono mutilati e storpiati per fabbricare i mostri che ti trovi nella assemblea condominiale, allo stadio, in manifestazione, eccetera eccetera. L'umanità è inguardabile.

Icaro ha detto...

Che roba...

Ernest ha detto...

la mia barretta al cioccolato si chiama Trippa con patate