cafonaggini estive

Vado all'edicola: macchinone nero di grossa cilindrata, parcheggiato sulle strisce pedonali, con il motore acceso. La signora vuol garantirsi l'aria condizionata, quando esce dal negozio, poco importa se chi passa si sorbisce il calore che emana dal suo mezzo di locomozione.
Stessa storia nel pomeriggio: mi coglie una vampa di calore, quando passo innanzi a una smart con il motore acceso posteggiata davanti al baretto, il tipo sta consumando il pranzo e quando esce dal bar non vuol certo che il caldo gli rovini la digestione. Cioè avete letto bene: uno pranza e lascia lauto con il motore acceso!
Il bello è che poi certe persone magari si lamentano che la benzina è troppo cara e di sicuro che un caldo così non c'è mai stato. Mica pensano che un po'è anche colpa del loro schifoso egoismo?
Ladri d'auto, un suggerimento: tenete d'occhio le razze cafone!

2 commenti:

luca ha detto...

Pochi giorni fa: Ford Fiesta ancora da finire di pagare, aria condizionata rotta in auto seminuova, parcheggio più che bene con un metro a destra e uno a sinistra dalle altre auto, porto in piscina il bambino e ritorno: "Firma" sulla portiera destra con un chiodo o una chiave. E non parlo di una riga: Ci hanno messo la firma proprio!
Ale,ci hanno scritto, o qualcosa del genere.
Ringrazio il cielo di non averli trovati, ringrazio il cielo: Per loro e per me, e per il mio bambino che avrebbe visto una scena di sangue

Sara ha detto...

Mi dispiace tantissimo Luca. Non mi spiego la cattiveria gratuita di un gesto simile, cioè non si spiega proprio. Sarebbe da dargli tante botte da farsi venire i calli alle mani a forza di pistarli.