16 settembre 2008

Maestro Unico

Non entro nel merito della questione didattica, non ne sono capace.
Eravamo in 13 dalla I elementare fino alla V, in una piccola scuola che intorno aveva più cambi che case. Le aule erano 4 così che ogni tot di mesi ci toccava fare il turno pomeridiano. Una palla.
La nostra maestra si chiamava Alessandra, era giovanissima. Ci tenne quasi fino all'ultimo, mamma di questa grande famiglia in V si congedò anzitempo da noi per una gravidanza reale.
C'era un ragazzo un po'diverso da noi, figlio di persone semplici, magari sapeva quando era il momento di "mettere il maschio alla coniglia", ma quanto a italiano e matematica restava un po'più indietro di noi.
Lei non lo volle segnalare a quella che all'epoca chiamavano l' equipe psicopedagogica "perchè poi gli resta segnato": rispettò il fatto che quel ragazzo era portatore di un sapere "altro" da quello comune.
Beh, quel ragazzo non ha compiuto studi superiori come la maggior parte di noi, però è stato il primo ad andare a lavorare,ad un passo da casa, ad impararsi un mestiere di quelli che c'è sempre bisogno e poi si è sposato. Con una laureata.
Maestra unica la mia, ma per fortuna anche una donna intelligente.

5 commenti:

lulu ha detto...

Ciao Sara sono claudia la moglie di Luca, navigando per internet ho trovato il blog di un poetessa molto brava (almeno per me. Ricordandomi che sei un'appassionata di poesie di mando l'indirizzo http://independance.splinder.com/

Spero che ti piaccia, un saluto Claudia

lulu ha detto...

Sono sempre la Claudia, spero che anche Fracesco abbia una maestra come la tua se veramente ritornerà il maestro unico!
Claudia

Sara ha detto...

Ehilà! è bellissimo quel blog! guarda che tu ed io abbiamo un po'di questioni giardinicole in sospeso, lo sai, ci dobbiamo organizzare...

Claudia...la mia maestra non c'è più!

lulu ha detto...

Sono contenta che ti sia piaciuto il blog, per quanto riguarda le nostre questioni giardinicole ci si può mettere d'accordo. Te l'ha detto Luca che mi ha fatto morire il timo che ci hai regalato!! L'ho lasciato in custodia a lui quando sono andata in ferie, pessima idea!
E' bravo a scrivere e far musica, in quanto a giardinaggio non vale molto, lui è per la cementificazione selvaggia!!!!!!
A presto, Claudia.

Anonimo ha detto...

Sono Claudia anche io, ma non sono la moglie di Luca.
Ho avuto un maestro unico, anche se non un unico maestro. Per un paio d'anni ha avuto l'incarico di direttore e ci ha abbandonati ad uno stuolo di supplenti per tornare mi sembra a metà quarta.
E' stato un maestro stupendo e tuttora ricorro a lui per chiedergli consigli in caso di panico. Ma se la nostra unica maestra fosse stata una delle supplenti-meteora?
Claudia