LA fiera delle nocciole di Sarzana(primo giorno)

Ho comperato:

una brandina per Apua, nera e arancio (gliel'avevo promessa!)
un filtro per il Folletto
una camelia dai fiori rosa confetto
un affare per infilare il filo nella cruna dell'ago senza difficoltà (voglio dire, se si va alla fiera, bisogna anche compere i tipici oggetti da fiera)
due piantine grasse


La mattina, Apua al guinzaglio, sono andata in fiera con indosso una vecchia tuta nera, con un giubbotto nero, senza trucco, con i capelli strapazzati alla meglio sotto il cappello e mi rifilavano ad ogni angolo depliatn pre-elettorali di Rifondazione e di Sinistra Ecologia e Libertà. Mi hanno dato pure una brochure del Pd, ma senza troppa convinzione. Avevo un look troppo dimesso.

Nel pomeriggio ho lasciato Apua a casa, a ronfare nelle sua brandina nuova e sono andata in fiera con una gonna nera a pieghe ancora portabile nel limite dei miei primi 40 anni, le calze a rete, i tacchi, un capottino delizioso fucsia, una bella borsa impegnativa, tutta truccata, con l'eye liner smeraldo e mi sono stati offerti i depliant solo da quelli del PD, alternati a proposte di acquisto dei venditori di maglioncini di cachemire .

Nessun commento: