RIPRENDE LA STRAGE DI CANI A CERNAVODA

copio & incollo dal sito SAVE THE DOGS


Giovedì scorso, in sordina, gli accalappiacani della società Alfmob di Costanza (che gestisce da anni il canile della città tra mille polemiche) sono riapparsi per le strade di Cernavoda. Pur non essendo il canile comunale operativo, l’Amministrazione ha dato incarico alla ditta di catturare i randagi e portarli nel centro Bio Baza, dove i cani vengono soppressi o muoiono di malattia. Il 95% dei cani per le strade di Cernavoda è stato sterilizzato da STD. La proposta della nostra associazione di implementare una serie di misure forti di contrasto al randagismo è stata cestinata dal sindaco Mariana Mircea. STD chiedeva l’istituzione di un’anagrafe canina cittadina, la tassazione di coloro che non sterilizzano i loro animali e dure sanzioni per coloro che abbandonano i quattro zampe sul territorio. STD contrasterà con ogni mezzo legale questo ennesimo scempio, che rischia di distruggere 8 anni di duro lavoro in questa cittadina, una delle prime ad interrompere le uccisioni grazie alla seclta illuminata dell’ex primo cittadino, George Hansa.

3 commenti:

Ernest ha detto...

Più leggo queste cose e più sale la rabbia e l incredulità!

Sara ha detto...

Anche a me.

Black75 ha detto...

sembra di leggere qualcosa riguardo a chissà quale posto sperduto nel mondo... il fatto triste è che invece ce le abbiamo in casa ste cose :(