Heritage



Uploaded with ImageShack.us

Stasera ho messo a dimora la pianta di rose nella foto.
Mi sono attardata in giardino, dopo un pomeriggio trascorso in parte al telefono, e in parte a ramazzare nell'aia. Nelle pause ho messo a dimora due clematidi e ho piantato girasoli e calendule cresciuti nei vasetti di plastica.
I momenti più impegnativi del pomeriggio sono stati quelli al telefono con i miei colleghi, per i quali rivesto da circa 3 anni il compito di rsu.
Una delle mie amiche mi diceva che mi sarei pentita amaramente di questa scelta, che sarebbe stata terrificante ed in effetti , con il senno di poi, è stato anche peggio.

Ma poi s'impara.
E io sono contenta di aver imparato a tirare fuori le unghie, sono contenta di aver sempre, ferocemente persegito le idee in cui credevo, di aver preferito passare per rompiscatole, piuttosto che rassegnata o peggio, connivente.
E il prezzo che si paga per l'onestà non è mai troppo caro.

Piantare una rosa in taluni momenti è stato per me come posare una pietra miliare nella mia esistenza e stasera ho pensato alla luce di ciò che è stato, della speranza che non mi è mai venuta meno, che mi merito una rosa bella come lei, Heritage, nella foto, al suo primo fiore.

Ed è il mio personalissimo modo per celebrare un giorno speciale.

(errata corrige del 8 giugno 2010: la rosa non è Heritage. Nondimeno è bellissima!)

5 commenti:

Ernest ha detto...

Vero Sara ad essere onesti si fatica e bisogna passare guai... Ma e' la cosa giusta che ci fa sentite veri e che ci permette di giardarci allo specchio
buona notte Sara

Sara ha detto...

Si, poi ci sono persone come te e questo mi rincuora!

Okkio ha detto...

E' bello sentir parlare d'onestà di questi tempi e di dignità
Per i più ormai queste sono parole desuete e messe sotto i piedi.
Chi ama fiori, animali e la natura nel suo più ampio significato, in modo naturale, per conto mio questi valori sono sono già dentro il dna

Okkio ha detto...

non c'entra niente, ma tu Sara sei dell'OIPA?
io ho fatto la guardia zoofila dell'Oipa per un anno e mezzo.
Nella zona di Busto A. ci hanno incendiato dolosamente una struttura che ricoverava gatti randagi, lo sapevi?
ciao

Sara ha detto...

@Okkio non sono dell'Oipa, ma la trovo un'associazione importante. Quanto al resto concordo con te.