26 marzo 2011

NON COMPERARE ANIMALI, ADOTTALI DAI RIFUGI!

(immagine dal sito Agire Ora )

Sebbene la vendita di animali d'affezione sia del tutto legale, costituisce a nostro parere un grave abuso nei loro confronti, per i seguenti motivi:

1. Gli animali vengono considerati alla stregua di oggetti, cose che si possono comprare, vendere e quindi gettare via quando ci si stufa. Anche a causa del commercio di animali, ogni anno aumentano i casi di abbandono.

2. Ci sono moltissimi animali nei rifugi che attendono di essere adottati: è a loro che bisogna dare una casa, anziché far nascere nuovi animali negli allevamenti. Ogni animale in più fatto nascere appositamente è un animale abbandonato in meno che trova casa.

La vita nei rifugi: anche in quelli migliori, gli animali sono costretti a star chiusi in un box o in una gabbia fino a quando una nuova famiglia non li adotterà. Molti però non saranno mai adottati, e passeranno tutta la loro vita in canile, spesso canili-lager sovraffollati, dove gli animali sono costretti a sopportare ogni genere di sofferenza, dalla mancanza di cibo e di acqua, alle malattie, alla sporcizia, alla solitudine, all'aggressione da parte di altri cani, e a sevizie.

3. Negli allevamenti di cani per la vendita al pubblico, spesso (anche se non sempre) le cagne vengono sfruttate come fabbriche di cuccioli, sfornano una cucciolata dietro l'altra. I cuccioli che rimangono invenduti in taluni casi fanno una brutta fine (quando sono troppo grandi non si vendono più).

4. Spesso i cuccioli arrivano dai paesi dell'Est, dove costano meno ma non sono curati. Dopo estenuanti viaggi, trattati come merce, arrivano nei nostri negozi, dove vengono venduti a caro prezzo. Dopo poche settimane dall'acquisto, accade spesso che i cuccioli manifestino gravi malattie, e in diversi casi ne muoiano.

....continua...nel sito AGIRE ORA

6 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Più che giusto!

@enio ha detto...

per i miei nipotini il cane lo abbiamo preso dal canile e ne siamo soddisfattissimi...

Valentina ha detto...

Nella mia vita ho avuto due gatti, o dovrei dire due gatti hanno avuto me : ) Gli animali d'affezione non si scelgono, si viene scelti da loro; ti seguono, ti guardano con due occhi speciali, che parlano solo a te. Animali? Amici, fratelli, piccole divinità domestiche.

oriana ha detto...

abbiamo sempre avuto cani presi al canile o raccolti per strada, anche i gatti. Per principio!! E poi l'affetto e la gratitudine con cui ti ripagano non avrebbe prezzo!! Adesso ho una splendida cagnolona bionda con gli occhi azzurri!!!! L'unica cosa non ci piaceva è il nome che gli hanno dato, Laika, ma siccome aveva già un anno, per rispetto non glielo abbiamo camiato

Sara ha detto...

@Vero Adriano! sai che sto meditando un giretto dalle tue parti?in cerca di rose, of course!
@Enio SEI UN GRANDE!!!!
@Valentina hai detto una cosa che condivido profondamente: noi li possiamo prendere, ma poi sono loro che scelgono di amarci!
@Carissima Oriana! mi mandi una mail? così organizziamo un incontro tra quadrupedi e giardinicole!

Lunga ha detto...

io ho avuto un gatto in passato, una mia cara amica aveva questa gatta che di nascosto era scappata e aveva fatto i cuccioli e non potendoli tenere li dava via a chi conosceva...convinsi i miei facendo leva proprio sul fatto che altrimenti non si sapeva che fine facevano uqesti gattini! meglio nelle nostre mani che in mani di sconosciuti ;D
e il mio adorato Lucky era stato preso in un canile da mio zio, e quando mio zio è morto lo abbiamo preso noi... ci ha regalato così tanto che abbiamo deciso che se mai ci sarà un altro animale nella nostra vita (e ci sarà, ci scommetto!) sarà da prendere in un canile!