sarebbe meglio buttare via la chiave.

E chiuderlo in galera per sempre.
E scordarsi di lui, di quel tale che in una notte d'odio ha massacrato la sua ex compagna e altre tre persone. Poi, poverino, voleva uccidersi, ma non ce l'ha fatta!
Credo che non ci sarebbe bisogno nemmeno di fare un processo e tutto il nostro apparato di garanzia è una bella ipocrisia. Che senso ha fare un processo a uno così?
Quale giustificazione dobbiamo ascoltare?
Cosa mai potrà dire innanzi a della gente civile uno che ha tolto la madre alle sue tre bambine?
A parte che un uomo che uccide la madre dei propri figli ha già rinunciato a essere lui stesso padre.
Chiudiamolo in galera. Per sempre. Lontano da ladri, assassini ed ergastolani. Perché nemmeno loro abbiano da essere contaminati da uno così.

6 commenti:

Brunhilde ha detto...

Visto come sono finiti casi simili, temo addirittura che questo disgraziato non passerà in galera nemmeno vent'anni.

nonno enio ha detto...

la certezza della pena non è di questa nazione, fra 4 o 5 anni è fuori o addirittura se si fa passare per pazzo non lo mettono neanche in carcere. L'Italia è un paese strano assai

Kylie ha detto...

Anch'io non sprecherei soldi per un processo di fronte a un tipo del genere. Magari lo faranno passare per matto ed eviterà il carcere duro.

Bacio e buon lunedì!

Isabel ha detto...

quando leggo il giornale la mattina sono sempre più basita...

Ernest ha detto...

e dovremmo anche farci tante domande su perchè ogni giorno succedono cose del genere

Cinzia ha detto...

Che tragedia!!! Quante vite rovinate, oltre a quello tolte. Mi stupisco sempre di nuovo vedendo di cosa è capace l'essere umano. E gli uomini in particolare... non me ne vogliono gli uomini "sani" e buoni, ma non posso fare a meno di pensare che la violenza domestica è la maggiore causa di morte nelle donne tra i 20 e 45 anni! E quindi per noi donne l'uomo (maschio)è per noi il pericolo maggiore.
Assurdo
Saluti cari
Cinzia