08 giugno 2012

dedicato a tutti quelli a cui ho rotto i vasi

 (ma mi è servito per coltivare fiori bellissimi!)


Se sei un attivatrice di cambiamenti, fallo per il bene del mondo e un po’ anche per te. L’attivatrice di cambiamenti sa che i benefici saranno goduti da altre/i: lei sarà per tutte/i una grandissima rompiscatole.
Se sei un attivatrice di cambiamenti sai che spesso i cambiamenti avvengono in tempi lunghi: non importa, vai comunque avanti.
La change agent non ha paura del dissenso.
La agente di cambiamento sa che se ottiene troppo consenso significa che non sta apportando cambiamenti reali.



di Lorella Zanardo

8 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Sono pienamente d'accordo, questa volta!

Olindo ha detto...

Concordo appieno.

diegod56 ha detto...

i veri cambiamenti però, sono sempre riscoperte di qualcosa di essenziale che è stato coperto da errori, egoismi, superficialità

per me non esistono cambiamenti, ma essenzialmente riscoperte, cose antiche che, tornando, ci offrono freschezza

così come l’acqua d’una sorgente è nuova, ma è antica, viene dal flusso del tempo e della natura

Giuliano ha detto...

Concordo con Diego e dico però che rare sono le persone che provano a "riscoprire" l'essenziale e ammettono errori o rinunciano all'egoismo e tante sono quelle che agiscono con "chirurgica" e voluta superficialità. Benvenute attivatrici di cambiamenti!

Maraptica ha detto...

Sono parole azzeccatissime... il cambiamento trova oppositori sempre, finchè c'è gente che ti addita e si turba, vuol dire che stai cambiando davvero qualcosa!

Eva ha detto...

E non sedersi mai, sopra quei cocci. Baci

nonno enio ha detto...

il cambiamento, le novità sopratutto trovano resistenza nell'applicazione pratica.

Anonimo ha detto...

Ciao Sara, sono Manuel di Sanremo, scusa se ti rispondo qui, ma non ho ancora riattivato le risposte di OUTLOOK. Ora, a di re il vero sono su facebook, ma "mordo e fuggo", non ho voglia di smanettare ad aggiustare programmi (speriamo in futuro....). Mi dispiace pero', perche' penso che con te parlerei volentieri. Non c'e' modo di estendere a facebook il tuo blog? Belissimi i tuoi fiori....pero' ne ho fin sopra i capelli (da seminare:-))). In quanto a Niestche piu' che leggere trattati mi piacerebbe confrontarmi (si vede che sono stufo di anni spesi a leggere saggi :-)). (anche li se riesco lo leggo. Ti ringrazio tanto. Vedrai che prima o poi "entreremo in contatto" virtuale su qualche diavoleria istantanea ;-)