23 luglio 2012

Latte ai gerani. Repliche estive.


Lei è bella, magra, liscia. Credo che sia immune anche dai peli superflui.  Per giunta  fa l'assistente di alcuni miei professori universitari, gente che io ammiravo molto, sola e in disparte, si fa per dire, mentre lei, beata lei, ci colloquia con familiarità, praticamente quando vuole. Inoltre è pure simpatica, perchè se una così quanto meno è una s...za ,si può legittimamente odiarla e invece no, lei è affettuosa, disarmante, piena di brio.
L'ultima volta ci siamo incrociate ad una cena: io avevo da raccontare che avevo preso una multa ed ero anche piuttosto sul disperato per via dei punti (semaforo bastardo : va detto che è al centro di feroci dinamiche giudiziarie perchè la ditta che l'ha istallato è la stessa che lo verifica, quindi non è a norma, l'hanno detto pure a Reporter),  lei invece anche in quella circostanza dilettò tutti con la sua solarità. 
E venne l'argomento piante, fiori e roba varia: eh, qua vinco io, no? NO
Lei, tutta radiosa prima si lancia in una serie di dissertazioni vegetali con tanto di terminologie in latino che pare un manuale della Royal Horticultural Society e poi se ne esce che i suoi gerani parigini erano così lunghi, ma così lunghi e bellli che SONO STATI PUBBLICATI SU GARDENIA!
Una così ti spiazza. Cosa fai? La meni seduta stante? Non si può, non sta bene.
E così, mi arrendo e a fine serata le chiedo il segreto di quei gerani mirabolanti e lei generosa, me lo confida e io adesso lo sputt..volevo dire lo rivelo a tutte le mie amiche giardiniere: LATTE!
Ragazze, mi raccomando, date il latte ai gerani!

(post del 2008)

12 commenti:

Paola ha detto...

Ma davvero? Buon a sapersi! Io, da qualche tempo, ho perso un po' la voglia di star dietro ai miei gerani, perchè poi , quando in estate, appaiono belli e rigogliosi, arrivano quelle farfalline odiose, grigie e strane che si mangiano gli steli dei miei gerani che, a poco a poco, si afflosciano e si seccano.. Pensi che il latte servirebbe in questo caso? Ciao cara Sara, ti auguro una buona settimana con un abbraccio

Cinzia ha detto...

Dio quanto è antipatica questa, Sara!! Lo fa venire lei il latte alle ginocchia... Ma sono sicura che qualche difetto ce l'ha e anche bello grosso, quando c'è troppa perfezione, bisogna diffidare...

Un abbraccio solidale,
Cinzia

p.s. e sul latte non ci giurerei, quella racconta balle!!

francesca ha detto...

post del 2008 significa che c'e` un aggiornamento sul latte!
francesca

Nik ha detto...

Beh, la mia vicina raccoglie la sua plinplin per diluirla e darla ai gerani, ma sinceramente la cosa mi fa un po' senso anche se è un ottimo metodo di riciclaggio...

Francesco ha detto...

è più o meno gnocca di te?

(sai Sara, io sono e sarò sempre una persona elementare....)

Giuliano ha detto...

..e l'ho pure letto tutto

Kylie ha detto...

Non pensavo che il latte potesse essere dato alle piante.

Un abbraccio

Ilfigliodelvento ha detto...

Ma questa è piú odiosa del canarino Titti... Potresti sempre regalarle una confezione di latte avariato no?!

Lara ha detto...

Tutta questa perfezione ... insospettisce :)))
Ciao Sara, un abbraccio,
Lara

Il poeta sulle 23 ha detto...

Maddai, è un articolo del Corriere della Sera, a firma di Ferruccio De Bortoli!

aboutgarden ha detto...

lo faccio anch'io... sciacquo le bottiglie e i cartoni del latte e con quello bagno le mie piante! tutte non solo i pelargoni. L'avevo letto nel libro delle Boland, "Il Giardino delle vecchie signore".
Comunque con Gardenia avrà avuto un aggancio...
baci
simonetta

Olindo ha detto...

Sono alla ricerca della donna perfetta per me: sembra una buona candidata. Me la faresti conoscere? ;)