22 ottobre 2013

povere piante!ovvero giardinaggio in tempo di crisi economica: i bulbi

DSC03533

Bello eh? è un tulipano! la foto è datata, lo sanno tutti che i tulipani fioriscono ad aprile. Però adesso è il momento di mettere a dimora i bulbi di tulipani appunto, ma anche di giacinti, narcisi, di muscari, insomma di tutti quei bulbi che belli belli fioriscono in primavera. 
Non è che i segnali in giro siano dei migliori e mi spiego,  nel consorzio dove sono solita acquistare qualche bulbo in questa stagione, quest'anno non ne ho visto in vendita nemmeno uno!
Credo che il negoziante non abbia azzardato a riempirsi gli scaffali di una merce deperibile, forse anche in conseguenza della stagione passata in cui le vendite mi pare stentassero.
Perché i bulbi non sono come le piante normali, che le compri e te le godi subito nella loro bellezza, no|! con i bulbi devi aspettare dei mesi prima di vederteli fiorire e in tempi di crisi economica forse non si è tanto disponibili a spendere per un piacere procrastinato.
Acquistare i bulbi nei supermercati per risparmiare? personalmente non mi sono mai trovata bene nell'acquisto dei bulbi tramite la grande distribuzione, magari è una mia idiosincrasia, ho un'amica che invece si trova benissimo, forse perchè i supermercati dove va lei , in Toscana, hanno uno smercio più grande e quindi i bulbi sono freschi. 
Il mio timore invece è che i bulbi che vedo all'iper o ai vari brico , realtà commerciali generiche, siano vecchiotti e patiscano la temperatura troppo alta, che certo non giova alla loro conservazione, inoltre temo anche che troppe mani moleste li compromettano toccando le varie confezioni. Il rischio è che li metti a dimora e in primavera non nasce un accidenti!
E'scontato di dire di rivolgersi a un rivenditore serio, magari per corrispondenza, nell'ambiente giardicolo i nomi vip non mancano, ma per mia esperienza devo dire che la fama di taluni è immeritata, allora tanto vale rivolgersi al garden commerciale vicino a casa e saggiare la qualità dei loro bulbi eventualmente iniziando con qualche acquisto modesto, per vedere se li conservano freschi. 
Il tulipano nella foto è nato da un bulbo che mi ha portato un mio vicino di casa dall'Olanda, tanto per andare sul sicuro!

6 commenti:

Francesco ha detto...

tu la conosci la storia della bolla speculativa sui bulbi di tulipano nell'Olanda del '600 ?

Sara ha detto...

Si che la conosco!

Federica ha detto...

però son un po' magici i bulbi: li pianti e ti sembra di aver fatto un lavoro inutile perché non vedi nulla e poi spuntano quando meno te lo aspetti :)

Spirito Libero ha detto...

Che bello...questo post mi ricorda tanto la mia nonna che ora non c'e' piu', che come te piantava bulbi, e altri fiori, e aveva un orto delle meraviglie. Era il suo mondo. Leggerti me l'ha ricordata.
PS: molti anni fa sono stata in Olanda a Keukhenof (non so se ho scritto giusto)...dove ho visto migliaia di specie di tulipani di ogni colore, e ho scoperto che per ogni nome di donna ne esiste uno. Quello con il nome era bianco con un bel calice arrotondato, bellssimo. Spero un giorno di tornarci...

Biagioli Alessandro ha detto...

i bulbi sono il mio cruccio riesco a padroneggiare un estesa collezione botanica di aceri ma non mi spunta un tulipano neanche per sbaglio.solo i muscari blu mi danno qualche gioia (piccola)

UnUomo.InCammino ha detto...

Quando acquisisci un po' di maestria (in cucina o, in questo caso, nel giardinaggio) ti rendi subito conto che le millantate buone caratteristiche della GDO alia Grande Distr(ib)uzione Organizzata non sono affatto tali.

Autoproduzione o ... scambio di bulbi come esiste lo scambio di semi.
Bello bello!