21 ottobre 2013

povere piante! ovvero giardinaggio in tempi di crisi economica

 photo 17ba5b4e-43f9-45fc-a482-3a2e62e25e8e.jpg

graptopetalum
nelle sue diverse varianti geometriche lo considero una pianta stupenda, la sua perfezione m'incanta.
E'una pianta poverissima, la più povera di tutte, si moltiplica da sola, partendo da una semplice fogliolina. Addirittura germoglia anche in assenza di terra!
Le intemperie violente la sciupano, ma è capace di tornare a nuova vita nella bella stagione successiva, meglio però farle trascorrere l'inverno lontano dalla pioggia e dai ristagni d'acqua, che non vuol dire tuttavia smettere di annaffiarla. Questa è la regola che vale per tutte le piante! 
Il graptopetalum resiste comunque a ogni avversità, compreso il sole spietato d'estate, ma una collocazione più riparata la farà rendere al meglio. 
Per dedicarsi al giardinaggio in tempi di crisi economica, bisogna pensare ai giardini delle nonne di una volta, quando le piante non si comperavano, se non di rado e erano scelte ben  ponderate, ma per lo più le piante  venivano scambiate tra amiche e vicine di casa. 
Del resto poiché anche in tempi di crisi economica, la cosa più preziosa che abbiamo è il nostro tempo, ben vengano le piante come l'umile graptopetalum che non richiedono alcun impegno da parte nostra!

12 commenti:

Francesco ha detto...

in tempo di crisi economica sono tante le cose che vanno fatte in modo diverso

sempre che non implodiamo, giardinaggio compreso

fracatz ha detto...

ottima anche in culinaria

Kylie ha detto...

Ne ho presa qualcuna dal balcone di un amico e l'ho piantata da me. Sta facendo una fioritura incredibile.

Baci

nonno enio ha detto...

io le mie piantine, d'inverno, le tengo ben riparate da freddo e un buon 60% di esse tornano a nuova vita in primavera.

UnUomo.InCammino ha detto...

La necessità aguzza l'ingegno e pure il giardinaggio.
Solo che...
I saperi hanno tempi lunghi.
Ad esempio: ci vogliono tre generazioni per fare un buon contadino.
Ti immagini un fund finance broker della City londinese o un guerrilla retail marketing evangelist di Honk Kong (la lunghezza dei termini in inglese è proporzionale alla perniciosità economica ed ecologica delle professioni nominate) o un campione di calcio odi F1, una star del tivvìsystem... lasciati anche con un bel pezzo di terra scura e fertile e con la zappa, la falce e un po' di letame ed acqua? Inetti completi.
Saper far fruttare (e fiorire :) la Terra è nobile e difficile.
Contadini e... giardinieresse presidentesse, premi nobel, sindache e filisofi!!
Ahah :)
Come quel compagno anarchico del gas, bio pastor contadino che io farei semplicemente ministro dell"economia e del consiglio.

Piante grasse e succulente non mi garbano granché.

francesca ha detto...

e in molti dei miei vasi..quelli delle piante alte.....arriva di sfuggita e si piazza da padrona......glielo lascio fare.
Saluti francesca

Alberto Cane ha detto...

C'è da stupirsi, e ogni volta mi stupisco, quando vedo come certe piante utilizzano al meglio il poco che hanno a disposizione per vivere.

semola ha detto...

Bella,semplice,economica, resistente .... sarà pure anarchica!!!!

Pupottina ha detto...

io che sono una malata del pollice verde tanto è vero che so di fare shopping esclusivamente per comprare libri o piante, ne compro tante ma ne scambio anche le più facili da gestire, come quella di cui parli ;-)
sto male quando me ne secca qualcuna e solitamente sono le più difficili da gestire o quelle che non riescono ad ambientarsi ai cambiamenti climatici o ad acclimatarsi nella mia casa... se alle piante la casa non piace (cioè non corrisponde ai loro requisiti) seccano entro 15 giorni... e purtroppo accade...

Mariella ha detto...

Ottima soluzione per avere un balcone fiorito anche d'inverno.

Ernest ha detto...

sai Sara l'ultima frase che hai scritto è davvero importante.. in tempo di crisi economica la cosa più importante che abbiamo è il tempo. Più vado avanti più mi rendo conto di quanto sia fondamentale l utilizzo del nostro tempo, come vogliamo, quello che facciamo e con chi.
Importante. Più vado avanti e più voglio scegliere

Topo ha detto...

Il bello delle piante così come degli animali è che non sono legati ai soldi che spendiamo ma all'amore che gli doniamo, tutti gli esseri viventi chiedono attenzioni e tempo.

A presto.