14 marzo 2014

quello che non ho fatto ai giacinti

 photo 7a8c19c1-368d-4f46-8422-9d3f4404e608.jpg

intanto non mi ricordavo di questi bulbi e quindi adesso me li ritrovo come una sorta di macchia bianca che spicca nel giardino, che non è che siano il massimo.
Si che il mio più che un giardino è un allevamento di piante. E alle volte passerei con la fiamma ossidrica. 
Va beh...sono bruttini perchè me li ero scordati lì e invece i bulbi andrebbero divisi dato che ne piazzi tre a dimora e poi te ne ritrovi una dozzina in men che non si dica...accipicchia!
e quando non li dividi, stanno lì fanno un mucchio di foglie e  non fanno fiori. Oppure li fanno bruttarelli come questi.
E poi dovevo dare un po'di fertilizzante, ma mi sono scordata dei bulbi, conseguentemente di somministrare loro il nutrimento. Chiaro, no?

5 commenti:

Costantino ha detto...

Però loro sono fioriti lo stesso,
in questo anelito di primavera.

Giò ha detto...

Mah, secondo me i bulbi sanno da loro cosa fare! Mi ricordo di un tronchetto della felicità che, dopo un trasloco piuttosto squinternato, avevo smarrito in uno sgabuzzino. L'ho ritrovato dopo qualche anno che se ne stava lì, estatico, in un angolino buio, esangue e senza un filo di verde. Così l'ho dimenticato ancora, fuori, in veranda, pronto ad essere trasformato in rifiuto. E quello che fa? dopo anni di letargo ributta le foglie e torna a crescere, come nulla fosse!

Mariella ha detto...

Ma in che senso sono brutti?
Sono fiori che sembrano delicati ma hanno una resistenza incredibile.
Come tante donne.

Alberto Cane ha detto...

Ah, ma tu allora hai un giardino come un'arca di Noè, piante al posto di animali. A proposito di bulbi, stanno spuntando dal terreno quelli dello zafferano e non so cosa fare. Quelli messi nei vasi erano spuntati nel tardo autunno. Ciao.

UnUomo.InCammino ha detto...

E meno male che li hai trascurati... ;)