26 agosto 2014

marmellata di mele " a pieto"


Io mangio pane e marmellata ogni giorno, il burro no, l'ho tolto, anche se mi manca tanto nelle merende del buongiorno. La marmellata l'acquisto un po'come capita, preferibilmente, ma non sempre, biologica, ma quella fatta in casa è più bio che non si può!
Ho raccolto le mele dall'albero del mio vicino di casa, che sono cadute di qua, mica le rivuole indietro! 
Tutte mele bacate, con un piccolo bestietto all'interno, dato che il vicino non rifila evidentemente alcun prodotto fitofarmaco.
Fa schifo il bestietto? a me disgusta più il fitofarmaco.
Allora le ho lavate bene,successivamente  ho tolto la buccia e la parte compromessa, che dopo un po'che sbucciavo mi faceva male la mano e così che pensavo, mangio la marmellata bio, ma dovrò essere operata al tunnel carpale! A momenti pulivo il coltello dal neretto che rimaneva della parte compromessa, onde evitare contaminazioni.
Ho tagliato le mele a tocchetti, non troppo piccoli, perché non volevo caramellarli, ma nemmeno volevo pezzetti troppo grossi, insomma ho tagliato a pieto.
Allora pesate le mele sbucciate facevano 450 g. e man mano che le mettevo nella pignatta a cuocere, aggiungevo lo zucchero, due bicchieri di zucchero, più un terzo bicchiere che ho aggiunto in seguito , pur senza assaggiare.
E ancora :mezzo succo di limone. Un limone normale, non quei limononi enormi per intenderci. E rimestare in senso orario con il cucchiaio di legno. Che c'è gente che rimesta un po'in senso orario, un po'come gli gira il belino, roba da non credere!
Ho messo pure un pezzo di cannella, una quantità a pieto,  anche se m'ispiravano pure i chiodi di garofano e non sapevo se fosse il caso di mettere entrambi, ma poi optato per la sola cannella, volevo metterla a scaglie, ma è durissima, non sono riuscita a romperla, poi non è che avessi tutta questa voglia di tribolare e così l'ho messa intera nella pignatta.
Il tempo di cottura non l'ho preso, ho fatto andare a fuoco lento, cioè un po'a pieto,  per prendermela un po'comoda anche perché avevo un po'da fare in giardino e tanto la pignatta è di quelle con un intercapedine che ci metti dentro l'acqua e praticamente mescoli pochissimo. Se no col cavolo che stavo a remestare!
Quando ho intuito  che la marmellata fosse pronta, l'ho assaggiata ed era effettivamente cotta al punto giusto. E buona!!!
Che le cose alle volte sono meno complicate di come sembrano, ci metti un po'di questo e di quello e per la quantità ti regoli a pieto, come diceva mia nonna Elia (con l'accento sulla è ), quasi quasi divento una food blogger!


15 commenti:

silvia ha detto...

ti ho scritto un commento
poi l'ho salvato perchè ho voluto farne un post
poi non l'ho più recuperato ...
fai prima a venire a leggere quando lo pubblico!
si chiama "le pere di Battista"

viola ha detto...

Beh una ricetta descritta in modo così divertente non può esser altro che ottimaaa! baci Sara

Nuvola Sospesa ha detto...

W la marmellata bio!

In realta', se uno ha occhio, in cucina si riesce anche senza la bilancia!
(io odio la bilancia: al massimo, uso come unita' di misura la tazza).

Mariella ha detto...

Quanto mi piace quando vai a "pieto".

Pier ha detto...

che di solito la marmellata di mele non sa di niente, ma la cannella la migliora assai

Lorenzo ha detto...

La marmellata di mele è la marmellata originaria, la prima marmellata mai inventata. Tra parentesi, in origine si faceva senza zucchero perché lo zucchero non esisteva.

La parola "marmellata" viene dal greco "memelion" che stava per mela dolce.

Ele781 ha detto...

Quella marmellata li deve essere di un buono, ma di un buono...:)

Francesco ha detto...

vabbè, poi me la fai assaggiare no ? :-)

UnUomo.InCammino ha detto...

> Fa schifo il bestietto? a me disgusta più il fitofarmaco.

Oh, grande Sara!!

Ehehe... buona pagina scritta con ironia.
E... se uno rimestasse in senso antiorario? cosa succederebbe?

UnUomo.InCammino ha detto...

Pane burro e marmellata è come 'na persona senza testa o come un'auto senza ruote.
E' tremendissssima questa rinuncia vegana che fai! :/

Silvia Negretti ha detto...

Insomma sei riuscita a fare una marmellata deliziosa anche a occhio!
Beata te! Io pure se seguo le ricette in modo scrupolosissimo ci fosse una volta che mi viene qualcosa fatta come si deve! ^^
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

Claudia ha detto...

Ah, finalmente non sono la sola a tagliuzzare frutta o verdura.

Giò ha detto...

Direi che potresti abbinarci anche un bell'ascolto: https://www.youtube.com/watch?v=2f4AuiotdEI

Biagioli Alessandro ha detto...

Piace molto a tell, Eva,al fu Jobs,a coloro che...me la dai.e comunque e frutto del albero Malus che sa di assicurativo però e fatta da te e Sarà buonissima

tvandtv ha detto...

mette fame questa tua marmellata, un tempo facevo in casa quella di lamponi.. ora compro quelle biologiche dell'esselunga.