09 agosto 2014

Matteo e la sintesi hegheliana.


C'è voluto qualcosa in più di 80 euro, è vero.
E non bastano un paio di scarpe e due lustrini a motivare il passaggio di una "dolce rivoluzionaria" in una "gatta renziana". 
Non basta nemmeno un post a raccontare tutto, ma credo che un giorno lo farò. 
Non è il governo perfetto, non è lui il leader che sognavo 20 anni fa, quando Belusconi vinse le elezioni e io scappai in Grecia.
Però credo che 20 anni di conflitti tra una presunta Destra, in cui c'è confluito un po'di tutto, e una pessimissima Sinistra, diessina, non abbiano giovato a noi cittadini, piuttosto hanno unicamente rafforzato questi due gruppi di potere.

L'aspetto emotivo su cui si è basata la dialettica politica degli ultimi anni, è stato assolutamente deteriore per il governo del paese e ci ha imposto, nostro malgrado, di dover votare gente impresentabile, perché cooptata dal partito.
Abbiamo bisogno di uscire un po'tutti da vecchi schemi di pensiero. Dai mugugni che non va mai bene niente. Dall'auspicio : muoia Sansone con tutti i dies...filistei!
Non vi piace Renzi? Chi volete al suo posto?
E basta con questa storia che Bersani è una brava persona! Lo so che è una brava persona!Lo è anche il mio edicolante, e allora?!
Bersani c'ha provato, non è andato. Stop. Ad un certo punto è obbligatorio, non già scendere a compromessi, piuttosto capire che non si può pensare che da una parte stiano gli intelligenti, dall'altra i disonesti e da un'altra ancora i gonzi.
Proprio perché Renzi non è Landini, ma non è nemmeno Bersani, può piacere anche all'elettorato di Berlusconi, elettorato in cui personalmente non mi riconosco, ma che in un paese democratico, ha lo stesso diritto di voto di chi si sente di appartenere ai "migliori".
Quanto al fatto che la riforma del senato non fosse la priorità rispetto ad altri problemi del paese , mi sembra un argomento avanzato da chi argomenti non ne ha.
Da qualche parte era giusto iniziare, perché non proprio da un sistema di bicameralismo che ha dimostrato palesemente di essere di pregiudizio al paese. Ripartire dall'alto dunque, con un bel po'di senatori in meno, da dover mantenere oltre a tutto.
Non è il governo perfetto. E'il migliore governo possibile che potevamo avere in questo momento. Un po'degli uni, un po'degli altri.
Una sintesi hegheliana. 

p.s. scarpe e borsa e un golfino di Kontatto li ho prese in negozio dove vado da un paio d'anni, nei miei acquisti sono fidelizzata. Mi piace andare nei negozi dove trovo persone che amano il loro lavoro, che  si divertono insieme a te nell'indossare una borsa o sanno consigliarti quando un capo non ti sta bene.
La brava commessa non è quella che paghi poco, ma quella che sa vendere.

8 commenti:

Francesco ha detto...

Le scarpe sono ok

Biagioli Alessandro ha detto...

grr a dico simili sciccherie poggiate sul tombino per fare le foto!!ma nn sifa!!:D ..per il resto sono pro renzi nonostante io sia di dx

Sara ha detto...

è il tombino di un mulino, fatto in marmo di Carrara!

jeanloupverdier ha detto...

ma è scritto da qualche parte che i Capi di Governo debbano essere mesti e tristi tipo Prodi, Monti e Letta, oppure degli sbruffoni come Berlusconi e Renzi..?

non ci sono vie di mezzo..?

UnUomo.InCammino ha detto...

Uh che belle le scarpe! :)

Costantino ha detto...

Gli abituati a perdere non gli perdoneranno mai di aver vinto.

fracatz ha detto...

Tra volti di pietra tra strade di fango
cercando la luna, cercando
danzandoti nella mente,
sfiorando tutta la gente
a volte sedendoti accanto
un canto di sponde sicure
di bimbi festanti in un prato
voce che sale più in alto
di un sogno mancato
(un vero peccato per i nostri sogni,
le scarpe però le comprerei anch'io nonostante il mio equilibrio precario)

Biagioli Alessandro ha detto...

ho capito !le marmette rosse sono la sx pop il carrara lo chic..tutto torna :D