11 settembre 2014

assassini



foto tratta dal sito della LAV

16 commenti:

UnUomo.InCammino ha detto...

Poraccia.
Un'altra vittima di questa specie parassita e tumorale che è homo.
Qui abbiamo gli orsi, ma altrove è una carneficina completa (qui gli elefanti).

Ormai il numero di homo sta crescendo come il numero delle cellule di tumore che proliferano fuori controllo distruggendo tutto.

viola ha detto...

Assassini si, non ci sono parole, cronaca di una morte annunciata.
Ci sono altre vie ed invece si cerca sempre la via più facile e comoda tanto sono animali...ma le bestie vere siamo noi

Biagioli Alessandro ha detto...

mi rende tANTO triste questa notizia è da stamane mattina appena apreso la notizia che sono tristissimo .la stupidita umana nn ha limite

pontos pontos ha detto...

Ma da quello che ho capito è stato un abuso di tranquillanti... Errore un po' banale a pensarci bene, qui vicino tentano di reinserirli in natura ma finisce sempre allo stesso modo e non sempre per colpa di chi spara...

Sara ha detto...

la provincia autonoma di Trento...autonomi di ammazzare gli orsi!

Mariella ha detto...

Sara, non avrei saputo dirlo meglio.

Kylie ha detto...

Teste di minchia.

Giò ha detto...

Inutilmente ed ostinatamente assassini!

UnUomo.InCammino ha detto...

E' molto forte l'immagine.
Hai fatto bene ad usarla, Sara.
E' un buon contributo a questa lotta per difendere il selvatico, il non umano, il non artificializzato.

diego ha detto...

se l’orsa aveva il collare radiocontrollato vuol dire che è stata avvicinata e gestita già in passato, quindi chi l’ha uccisa ha agito con grande incompetenza

temo però che la lobby dei coltivatori e allevatori, ampiamente sovvenzionati con denaro pubblico, abbia come un certo odio verso gli animali e le «scomodità» della loro gestione sul territorio

Ernest ha detto...

l'errore francamente mi sembra una storiella... mi sa di cosa programmata
Che tristezza.

UIFPW08 ha detto...

Una nuova vergogna italiana!
Mi dispiace che non ci sia professionalità in determinati lavori.
Maurizio

Alberto ha detto...

Appena l'ho saputo m'è venuta una rabbia, ma una rabbia. E poi tristezza. E poi ancora rabbia.

Vera ha detto...

Brutta storia, bruttissima, ma l'errore principale sta a monte. Sta nel aver voluto reintrodurre gli orsi in un territorio che è troppo antropizzato per ospitarli, ma vuoi mettere che bella immagine gli orsi in trentino.
Se fai questa scelta devi essere consapevole che con gli orsi ti tocca confrontarti, e che certo non stanno fermi dove tu vorresti.
Se interessa qui due link (se Sara consente)sull'argomento orsi e territorio scritti già anni fa e che prevedevano esattamente quello che è accaduto. non si può introdurre orsi in territori che non hanno lo spazio per ospitarli.

http://terrealte.blogspot.it/2012/04/non-e-un-paese-per-orsi.html

http://terrealte.blogspot.it/2008/04/jj3.html

diego ha detto...

@ vera
trovo molto interessanti i link che hai proposto

Vera ha detto...

Ciao Diego, come potrai avere intuito dal nome del blog a cui i link rimandano sussiste una vicinanza stretta tra il mio piccolo spazio (terre basse con sottotitolo blog minore) e il più documentato e serio terre alte, che è appunto quello che considero il blog al quale il mio è minore.
E' un blog maggiore per molti versi, per gli anni di presenza in rete, per la maggior serietà ed autorevolezza e... perchè è mia sorella maggiore che lo gestisce ;)