25 gennaio 2015

la stagione del cavolo

Nel senso del cavolfiore. Che gia'il nome e'una poesia!cavol-fiore! Ne ho cucinato uno stasera, che cosi'buono, ma cosi'buono, non l'avevo mai mangiato, segno che e'stato colto nel suo momento ideale,cioe'non aveva quel sostrato sulfureo che prende il cavolfiore quando e'sempre buono, ma gia'compromesso nella freschezza.
E cosi stasera, mangiando il cavolo che cosi'buono non l'avevo mai mangiato etc. ho riflettuto su me stessa , cioe' quando inizi a apprezzare con entusiasmo certe cose, e' forse segno che stai invecch...insomma che sono diventata abbondantemente adulta e quindi entra tutto in un discorso relativo il cavolfiore, appunto, la vita mondana un po'si,ma non e'una priorita', un we da passare in santa pace nel dolce far niente, l'attivita' di manutenzione ordinaria per gestire i miei 44 anni e accorgermi che piu'il tempo passa, piu'assomiglio a mia madre.
E ancora sono di questo periodo le chiacchiere con mia nonna davanti al camino, a pettegolare sui nostri parenti, a intenerirci per i nostri cagnolini  e a commuoverci insieme per le storie strappalacrime della tv. Lei ha quasi 88 anni, cioe', quando sono nata io, la terza delle sue nipoti, lei aveva 44 anni, la mia eta'di oggi.
E il corso delle cose ci ha fatto avvicinare proprio adesso che io sono piu'ricettiva nei confronti dei suoi ricordi, piu'disponibile ad assaporare la gioia delle piccole cose, insomma sono in questa "stagione del cavolo".
Cioe' a 20 anni non te ne frega niente della bonta'del cavolfiore! Ma nemmeno a 30. Va assaggiato nella stagione che gli e'propria.

17 commenti:

Francesco ha detto...

mia mamma mia ha fatto la verza stasera. buona direi, ho fatto anche il bis

Lorenzo ha detto...

A me il cavolfiore piaceva anche a 20 anni.

UnUomo.InCammino ha detto...

Ci vuole qualche tempo ma pure le cavolate possono essere apprezzate.
A 14 anni le fai, a 44 le sbaffi! :)

UIFPW08 ha detto...

Cavolo o no l'età aumenta per tutti e che cavolo..

Ernest ha detto...

bellissimo post Sara...
A me il cavolfiore non piace ancora, forse perché sono ancora a 39 chissà... da piccolo odiavo il suo odore. Quando entravo nel palazzo e lo sentivo avevo una reazione assurda... ora diciamo che sopporto l'odore...
Bellissimo l'immagine del camino e delle vostre chiacchiere...
un saluto

Vera ha detto...

Ciao Sara, ti avevo persa non trovavo più nemmeno il tuo blog.
Ho temuto che avessi deciso ancora una volta di chiuderlo, con piacere oggi ti ho rivista nei commenti di un'altra pagina che seguo.
Buon cavolo a te, ;) la stagione è quella giusta.

fracatz ha detto...

purtroppo qui da nojos, in quasi terronia, non siamo adusi al cavolo tanto che molti del bobbolo lo confondono con il broccolo.
Per noi i cavoli restano ben altre cose e quando son passati riempiono con la loro amarezza i nostri ricordi

Nuvola Sospesa ha detto...

Ah, vero, quando sono freschi sono la fine del mondo... confesso di mangiarli anche crudi! (ehm)
Ma lessati sono meglio. Io ci metto limone e un filo d'olio.

Cavoli verze etc mi piacciono, ma solo se lessati e con il limone. Se sono un attimo soffritti nell'olio e' piu' forte di me, mi nauseano, hanno un sapore che mi fa star male.

Bello raccogliere i racconti di tua nonna.

viola ha detto...

Bello davvero questo post e lo condivido appieno :))

tvandtv ha detto...

ho sempre mangiato cavolfiori, cavolo romano, broccoletti e continuo farlo.. unico neo l'odore che lasciano in casa.. ; )

Mariella ha detto...

Io devo provare a cucinare il cavolo nero. Si accettano suggerimenti!

elenamaria ha detto...

E fa tanto bene. Suppongo che da grandi si apprezzi la sostanza più che l'apparenza. :-)

@enio ha detto...

buono il cvavolfiore, peccato che mia moglie col fatto che impuzza la casa, non me lo fa spesso.E' un alimento ricco di propietà terapeutiche.

La Laura ha detto...

viva il cavolo, viva il tuo delizioso blog, viva la capacità di godere di un cavolo. e lo dico senza nessunissima ironia.

Alberto ha detto...

Mi piacciono i cavoli, tutti i cavoli. Dai broccoli ai cavolini di Bruxelles passando anche per quelli neri da minestra. Nel ponente ligure abbiamo un piatto straordinario (almeno per me) i preti.

Claudia ha detto...

Pare che i gusti alimentari cambino ogni 7 anni.

MariaCocci ha detto...

Come stagione invece non é male. Sapori e profumi diversi che magari durante altre stagioni non ci sono. Io una settimana fa ho fatto una vacanza in Austria in uno degli alloggi trovati su www.vacanzeinaustria.com e non ti dico la mattina su quei campi Cosa trovavi...