il capitano nel freezer

La location e'prestigiosa. Hostess che sembrano modelle,  se gli parli pero'ti fanno un sorriso vero. Per non parlare degli addetti alla security, discreti e attenti. L'organizzatrice, efficentissima, poi ci avvolge di mille premure. I relatori del convegno vengono da ogni parte del mondo, mi bevo le loro parole con tutto l'inglese che posso:che bello essere qui!

Peccato per questo accidenti d'aria condizionata, ovunque! Nelle pause ci lamentiamo indolenzite. Io indosso un vestitino-ino bluette e mi stringo invano un coprispalle di pizzo nero, fa un freddo boia qui!
Ma non solo, in tutto questo enorme, smisurato complesso immobiliare, c'e'l'aria condizionata e non posso fare a meno di pensare a questo spreco senza senso.
C'e'attesa per un intervento del mitico A.D. in fondo e'in larga parte merito suo se va in scena tutto questo:la Grande Finanza sostiene la Cultura e ne ha un ritorno in termini di prestigio.
Arriva sul palco e fa un breve discorso, mentre io resto un po'delusa, perche'quel affascinante brizzolato che ricordavo di aver visto sulle pagine dei rotocalchi qualche anno fa, oggi e'visibilmente invecchiato. Se non sapessi che e'lui, ci metterei un po'a riconoscerlo.
Vuoi vedere che tutto questo spreco di aria condizionata allora in realta'altro non e'che un tentativo di ibernersi messo in atto proprio dall'A.D. ?

6 commenti:

Francesco ha detto...

il brutto dell'aria condizionata è che coprite le vostre nudità estive

UnUomo.InCammino ha detto...

Una delle insensatezze antiecologiche che condiziona le masse facendole regredire.

Anonimo ha detto...

I fotosciocchi per apparire diversi dalla realtà, l'ambiente confort per far credere che si sta bene quando nella realtà l'unico benessere ce l'hanno loro, sempre loro e mai noi tutti. Se fosse stata una bella persona avrebbe disattivato i 3/5 dei climatizzatori, invece, non è stato fatto. Mi collego al post precedente dove la bellezza di un uomo o donna la si vede in questi "piccoli" gesti. Detto questo mi preoccuperei più per il capitone che del capitano nel freezer di quei pochi uomini presenti in questo convegno, perché quando riusciranno a congelare le palle di questi ultimi uomini i giochi sono fatti. PJ . Ps: la toilette era climatizzata, vero? Un bacione...

Silvia Negretti ha detto...

Io la odio l'aria condizionata!
Puoi coprirti quanto ti pare ma un mal di gola prima o poi te lo becchi per forza.. Che poi che senso ha andare in giro con 30° e sciarpa e giacchetto nella borsa? Non ho mai capito perchè la tengono così alta ovunque quando tutti la detestano: sono riusciti a rendere negativa una delle invenzioni più comode!
A casa noi nemmeno l'abbiamo e non ne abbiamo mai sentito la necessità!
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

nonno enio ha detto...

non è che la temperatura bassa servisse a conservare, come i cibi, più a lungo il vecchiaccio...questi ne pensano una più del diavolo a cui venderebbero la loro anima per pochi spiccioli per durare di più "in questa valle di lacrime"

Federica ha detto...

siamo una scoietà ben strana: d'inverno accendiamo i riscaldamenti fino a temperature da caraibi e d'estate pretendiamo di stare al polo!!

io la odio l'aria condizionata: mi ammalo sempre!