22 settembre 2015

Fedez & Sisley

Premesso che io non compro Sisley da almeno 12, 13 anni, Fedez che fa da testimonial a questo brand  come lo chiamano le fescion bloggers, mi fa ridere, ma  amaramente, per la cooerenza del rapper ribelle e la linea di abbigliamento per cattivi ragazzi.
Poi passa ad incassare l'assegno.

7 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Cosa non si fa i soldi...
Ciao Sara
Maurizio

diego ha detto...

l’estetica «ribelle» è intrisa del più stucchevole conformismo, anche se non è un delitto incassare denaro con un contratto pubblicitario, nel senso che essere un «testimonial» alla luce del sole è meglio che esserlo in modo subdolo

io penso che un uomo di spettacolo vada sempre considerato un uomo di spettacolo, ed è sempre un po’ ingenuo attribuirgli un’autorevolezza morale particolare

l’estetica del marchio sysley la trovo di un banale finto trasgressivo, insomma a me non piace

Lorenzo ha detto...

Non cambia mai niente, non è che i Beatles che andavano in India a cercare il guru e l'illuminazione non intascassero i soldi per qualsiasi uso della loro musica e della loro immagine. Ai loro tempo avere la frangetta da scemo del villaggio era "ribelle" e oggi essere coperti di tatuaggi come un fenomeno del circo è "ribelle".

La cosa triste è che le masse sono cosi facilmente manipolabili.

Novella Semplici ha detto...

Hai pienamente ragione, la coerenza è una cosa rara

Anonimo ha detto...

Mr 10.000 non esiste la tristezza su quello che hai scritto perché Gesù Cristo è stato crocefisso perché il popolo fu manipolato, e prima del popolo ci fu un suo discepolo che lo tradì. Quindi sta nella natura dell'uomo perché la manipolazione e il tradimento sta dentro il nostro dna. Detto questo, non hai scritto un cazzo di niente. PJ

Lorenzo ha detto...

Veramente Gesu fu condannato in quanto bestemmiatore dal Sinedrio che era la massima autorità religiosa per gli Ebrei e la condanna fu confermata da Erode, il re degli Ebrei. Su crocifisso perché quella era la modalità di esecuzione che i Romani riservavano agli schiavi ribelli e ai sovversivi, infatti insieme a lui c'era tale Barabba, uno zelota colpevole di resistenza alla occupazione romana. Se fosse stato per gli Ebrei probabilmente l'avrebbero lapidato. Le ragioni politiche della condanna sono abbastanza evidenti, il movimento di Gesu metteva in discussione la struttura sociale della Palestina di allora, le relazioni tra le varie caste e tra queste e i Romani. I quali per inciso non erano formalmente "occupanti" ma "alleati" di re Erode, presenti in Palestina su sua richiesta a garantirne la sicurezza contro nemici esterni. Pochi sanno che la comunità ebraica di Roma pre-esiste la diaspora e discende da questi accordi di "alleanza" tra i re di Israele e i Romani. Fini male, con le guerre giudaiche e la distruzione del Tempio.

Il tradimento del discepolo è del tutto irrilevante, dato che Gesu predicava in pubblico. Secondo la tradizione, non faceva niente per nascondersi alle autorità.

Prendo nota del fatto che oltre a non sapere leggere e scrivere nella tua natura c'è anche il tradimento. La manipolazione no perché non ne sai abbastanza.

Anonimo ha detto...

Mister 10.000 bisogna essere esperti in teologia o materie letterarie antiche per il commento che tu hai postato. Quindi, visto che sei un perfetto ignorante e disonesto utilizzi il dio Google per fare il saputello. Sei ripugnante come "uomo". Nella natura di ogni uomo c'è il tradimento e non ho bisogno che un pirla del tuo calibro mi venga a manipolare un qualsiasi commento così scioccamente. Sei ridicolo piccolo essere...PJ Ps: Perché dovrei manipolare un post? Che senso ha? Ti conosco da un po', quando non usi Google non hai un filo conduttore, sei privo di qualsiasi logica Mister 10.000.