30 ottobre 2015

La cucinina carrarina e cose che cambiano


Io non sono un tipo da cucina, sara'che ho iniziato a fare la massaia troppo presto, ma le attivita'domestiche, compreso cucinare, per me sono una scocciatura. Pero'ora che ho la mia nuova cucina, cucinina, insomma cucinotta, vuoi vedere che mi mettero'a spignattare?

E allora eccomi qua, che in 2 anni e mezzo ho cambiato tutto o quasi: ho cambiato lavoro, casa, stato civile, sigla sindacale,giardino e dulcis in fundo, ho cambiato regione, perche'ora abito in Toscana, sono piu'vicina a Renzi e sono diventata carrarina, cioe'vivo nel Comune di Carrara. Ognuno di questi cambiamenti e'stato impegnativo e sofferto, ma io non voglio fare un post triste e giuro che il color avio della mia nuova cucina, dal vero e'ancora piu'bello. Mi piace perche'non turba, non predomina, sta bene con tutti i colori. E poi non volevo ne'una cucina moderna, ne'una classica e credo di aver trovato una soluzione giusta. In medio stat virtus. 

13 commenti:

Nuvola ha detto...

Carina la cucinina!

Anonimo ha detto...

La moka da una tazza. Ho letto che sei sposata, perché una tazza? PJ

unpodimondo ha detto...

Complimenti! Molto simpatica la cucina! Mi piace un sacco!
E benvenuta fra i Toscani... nonostante renzi, purtroppo! (la minuscola è voluta)

Lorenzo ha detto...

Una cosa interessante è che negli USA le case le vendono sempre con la cucina installata, come da noi coi sanitari.

Anonimo ha detto...

Adesso mi spiego il perché in Francia costano di meno. Non hanno il bidet...PJ

UIFPW08 ha detto...

Se ti trovi bene hai trovato il tuo stile di vita da seguire
Maurizio

Alahambra ha detto...

È carina la cucina. Un po' fredda per i miei gusti ma probabilmente dipende dai colori che in foto si perdono :) Mi togli una curiosità? Come mai il rubinetto sul muro?

Sara ha detto...

A parte le difficoltà a pensare e far fare le cose in tempi diversi, che per me è stata pesante, io non ci sono abituata a progettare...poi ho dovuto far cambiare le mattonelle, non mi ricordo se a febbraio o prima o dopo, insomma faccio cambiare le mattonelle e però dovevo far rimettere al suo posto il vecchio lavandino, in attesa di fare la cucina nuova. E così ho lasciato il rubinetto a muro perchè mi serviva, ma credo che non mi pentirò di averlo lasciato. La vaschetta è un po'più grande di quelle standard.

Anonimo ha detto...

Perché la cucina si deve adattare all'impianto idraulico già esistente. Il contrario le sarebbe costato di più. PJ

Anpalu HeliAn ha detto...

IO direi semplicemente perché è molto più utile, cioè più alto rispetto al lavandino quindi non si debbono fare acrobazie per mettere sotto una bottiglia. Poi più carino ed in assoluto originale.
Firmato "l'esperto"

Claudia ha detto...

Io ho il rubinetto a muro, non ho mai pensato che fosse un problema

Anonimo ha detto...

@Anpalu: Si, ma è decentrato al lavabo e può dare fastidio nel sciacquare una pentola. Quindi con un po' di design si può utilizzare un rubinetto snodabile dove i due " problemi" vengono azzerati. Detto questo Sara, ci sono delle linee d'ombra un po' marcate, e con una linea di led inserita sotto i tiretti risolveresti queste ombre, che non solo stanno riempiendo la nostra umanità, ma vogliono stare anche a casa tua. No Sara....Ps: Sui fornelli visto che hai la cappa lo puoi fare sul muretto laterale, lí però più che linea ci vorrebbero due piccoli faretti led. PJ

Biagioli Alessandro ha detto...

metti una prolunga in gomma al rubinetto ,fa un po signora anni 50 ma è un ottimo trucco con poca spesa ..deve essere rigorosamente dotato di doppio uso ,doccetta e getto!!bianco con bordo arancione!! è utilissimo!!