01 maggio 2016

sulla coltivazione dell'iris.


Perche'coltivarli? Perche'sono magnetici e profumano tantissimo e se vogliamo aggiungere un po'di note pratiche sono rusticissimi e a bassa manutenzione.
A terra vengono meglio, non hanno bisogno di niente, pero'si puo'tentare anche  la coltivazione in vaso, meglio se di coccio e a forma  di ciottola o mezza campana, insomma un vaso piu'largo che fondo, dato che i rizomi restano abbastanza superficiali.
Poi pero' dopo la fioritura, con tutta calma, bisogna ricordarsi di rinnovare il terriccio .
Crescono nel terreno ben drenato, ma questo vale per quasi tutti i vegetali!
Quelli nella foto che segue sono iris i cui rizomi  non sono stati divisi a tempo debito, quindi i fiori sono cresciuti un po'deboli, magari credo che il momento migliore per dividerli sia a fine estate. I rizomi "nudi" si trovano in vendita in primavera, ma secondo me e'tardi, vanno piuttosto messi a dimora a ottobre, invece se sono "invasati" e hanno le foglie, si possono mettere a dimora in ogni stagione. 
Alcuni sono rifiorenti.

5 commenti:

Carlo ha detto...

E' un'operazione, quella di dividere i rizomi, che dovrò affrontare quest'anno, a fine luglio. Sono stati 3 anni in vaso ed è ora di spostarli a terra, anzi in piccole aiuole che nel frattempo dovrò realizzare. Ne parlai anche io, nell'oramai lontano maggio 2013... decisamente fiori stupendi.

Ciao Sara, buona giornata.

Nuvola ha detto...

Probabilmente lo conoscerai: Il giardino dell'Iris a Firenze.
Non ci sono mai stata ma mi e' caduto sopra l'occhio guardando uno dei video del Tirreno.
Pare si possa visitare fino al 20 Maggio per ammirare la fornitura degli Iris!

Claudia ha detto...

Belli. Purtroppo i miei vengono distrutti dalle pallonate dei ragazzi, ma meglio che si divertano col pallone.

UnUomo.InCammino ha detto...

Sono i fiori del liberty.
Non so se mi piacciono tanto.

VelaBianca ha detto...

questo iris qui e decisamente piu' espressivo e bello .