06 giugno 2016

Curriculum e blog

Mettere o no il blog nel curriculum europeo?
Perche'io ho questo blog da circa 10 e ci metto un po' d'impegno, ci faccio cose buone, insegno a far le talee di rosa, segnalo portali di archivi e cani in cerca di padrone, insomma questo blog ha una sua autorevolezza!

13 commenti:

Federica ha detto...

io a volte l'ho segnalato tra gli hobby, soprattutto quando il lavoro era inerente ai contenuti del blog :)

Buona fortuna SAra!

Francesco ha detto...

uhm, per il tuo lavoro metterlo o non metterlo è abbastanza neutro....

diego ha detto...

è un luogo di libertà, non lo condizionare, cara Sara

viola ha detto...

Io non l'ho messo; è il mio luogo.. sacro.. concesso solo a pochi.
Purtroppo, mi sono pure pentita di averlo fatto conoscere ad alcuni miei conoscenti..
baciotto

fracatz ha detto...

certo se fosse un blog unico per contenuti, tipo insegnare talee della rossa, o della mora, allora farebbe punteggio, ma che vuoi, chissà quanti altri ce ne sono che parlano di giardinaggio.
E' un po' come il mio, sperduto tra milioni di blog porno

Nuvola ha detto...

Non so... alla fine è una tua decisione.
Dipende se sia in tema o meno: aggiunge qualcosa a quello che vorresti far apparire di te?
Se sì, mettilo, se no, non metterlo.

Marco Bertoli ha detto...

Sì, mettilo!

Mariella ha detto...

Io tengo ben divise le due cose. Lavoro e passione sono inconciliabili.
In ufficio nessuno sa del mio blog e tantomeno lo direi mai...
Ma è una tua scelta, sta solo a te decidere.

Novella Semplici ha detto...

Arrivo tardi, ma da noi nel curriculum chiedono se si hanno interessi e hobby particolari e io dei miei ho scritto un brevissimo paragrafo.

Krilù ha detto...

Non sono la persona più adatta a darti consigli in merito perché il mio blog è nato quando già da qualche anno avevo lasciato il mondo del lavoro.

tvandtv ha detto...

io lascerei separate le 2 cose, poi farai come ti verrà spontaneo..

Vera ha detto...

Niente correlazioni tra i mondi reali e virtuali, perderesti la libertà di "mandare a dare il ramato", come tu dici, chi ti pare.

La Laura ha detto...

mettilo, è bello, pulito e impegnato.Soprattutto: i datori di lavoro lo troverebbero. Meglio dichiararsi in anticipo.Con semplicità e trasparenza