06 agosto 2016

Saro'passata indenne

Saro'passata indenne dai talent dei cantanti
dai  cuochi-star delle televisioni
dai " mi piace"su facebook
dal non aver chiara la differenza tra un telefonino e un iphone
dall'avere un cucciolo di razza
dal leggere Fabio Volo.

28 commenti:

Marco Poli ha detto...

Nel senso che hai fatto tutte queste esperienze grandiose, o che le hai schivate ?

Sara ha detto...

Ma secondo te io leggo Fabio Volo?!

Diego ha detto...

sei una donna di classe, mi piace il tuo stile, radici apuane e cultura raffinata

Costantino ha detto...

Bisognerebbe fare un'associazione di gente che non intende assolutamente andare in vacanza alle Maldive nella stagione dei monsoni ( sempre che i monsoni non si rifiutino anche loro di passare di lì).

Lorenzo ha detto...

- ho guardato qualche puntata di X Factor per capire di cosa parlasse la gente.
- ho guardato qualche puntata di Hell's Kitchen, MasterChef e Cucine da Incubo per capire di cosa parlasse la gente.
*** (via Internet perché non possiedo la TV) ***
- non mi sono mai iscritto a Facebook, non mi serve.
- la parola "telefonino" significa solo "un telefono piccolo", storicamente la miniaturizzazione dei telefoni ha riguardato principalmente i dispositivi destinati a collegarsi alla rete della telefonia mobile e quindi ad essere tascabili, perché la portabilità aveva la priorità rispetto alla ergonomia. Lo "iPhone" è un gadget elettronico venduto da Apple che consiste in un computer portatile che si adopera via touchscreen, cioè toccando lo schermo con le dita e che all'interno ha i circuiti necessari per collegarsi, tra le altre, anche alla rete della telefonia mobile. Incidentalmente, per l'utilizzo di un computer portatile è meglio avere uno schermo grande, per cui è stata invertita la tendenza alla miniaturizzazione e lo iPhone non è più (facilmente) tascabile. Si tratta di un compromesso tra portabilità ed ergonomia, che per me rende lo iPhone un pessimo computer e scomodo come telefonino, quindi non lo comprerei mai.
- oggi devo andare a guardare il cane di mio fratello che è rimasto a casa da solo. Più li osservo e più arrivo alla conclusione che i padroni dei cani animali da compagnia sono scemi.
- mi dicono che esistono ma non ho mai visto un libro di Fabio Volo.

Sara ha detto...

Lorenzo oggi devi anche andare a dare il ramatooooo!

Biagioli Alessandro ha detto...

(telefonino) + i phone = smart phone --pero non si potrebbe sommare una parola italiana ad una anglofona ,per questo a volte le differenze non si capiscono-sono device che tutti possono adoperare facilmente anche mio padre a 78 anni l'usa
facebook non è solo un laicchificio è la condivisione dell ovvio ma sopratutto stare in contatto con persone (pochissime) davvero illuminate
fabio volo chi? pero mia figlia mi ha chiesto di compraglierlo ,non l ho fatto
i cani di razza mi piaciono ,ma se il portamento e i lineamenti del muso sono belli prenderei un cane meticcio

Lorenzo ha detto...

Mi risulta che il verderame si dia in primavera, siamo quasi all'autunno.

Comunque il cane, poverino, mi ha accolto come se fossi Ulisse che torna dopo 10 anni, mi ha fatto il bagno con la lingua e mi si è strusciato addosso in tutti i modi, per cui sono tornato a casa e ho dovuto fare una doccia di decontaminazione e mettere maglietta, calzini e pantaloni sbavati in lavatrice. E questo è il meno.

fracatz ha detto...

da bimbetto ricordo ancora che un mio amico perse il padre, appassionato cacciatore, per una cisti canina
oggi nessuno parla più ci questa patologia mentre sarebbe scorretto non baciarsi bocca a bocca col nostro amico a quattro zampe o consentirgli almeno una piccola leccatina sul viso.
Ma allora questo fatto delle cisti canine che cos'era una favola per bambini, oppure è stata definitivamente sconfitta con l'alimentazione a crocchette?

Lorenzo ha detto...

A quanto leggo la ciste contiene le larve di un verme tenia, parassita dell'intestino dei cani. La diffusione non avviene con la saliva del cane ma con le feci. Nelle feci ci sono le uova del verme, una volta depositate le uova resistono oltre un anno sul terreno. Il parassita è più frequente al Sud e dove esiste allevamento di ovini perché questi brucano l'erba e mangiano le uova del verme, poi il cane mangia la carne della pecora infetta e si infetta a sua volta. Il verme ha evoluto questo meccanismo a due stadi apposta per continuare il ciclo all'infinito.

Ergo il pericolo viene da carne cruda di erbivori, dalle feci dei cani e dalla eventuale verdura contaminata dalle feci di entrambi gli animali.

Le crocchette eliminano il problema perché interrompono il ciclo di diffusione del verme.

Purtroppo il cane piscia e caca ogni giorno, decine di cani pisciano e cacano nei giardinetti, milioni di cani pisciano e cacano nelle vie di Milano. Sarebbe una emergenza sanitaria se non si preferisse fare finta che la cacca del cane è una benedizione perché il cane è tanto simpatico.

Francesco ha detto...

Sei passata indenne ma "gli altri" non è che stiano così male

Krilù ha detto...

Anch'io ho fortunatamente schivato quasi tutto ciò che hai citato, ad eccezione del terzo e del quinto punto: per quanto il cane di razza, anche se lo adoro, non sia mio ma di mio figlio.

La Laura ha detto...

si, siamo passati indenni. Come mia suocera che fino ai suoi gloriosi 98 anni ha chiamato certe diavolerie moderne "citofonino"
E' piccolo, serve a chiamare ... non fa una piega

semola ha detto...

... e che dire dei selfie ????

UnUomo.InCammino ha detto...

Ahhah, io vi lovo.
Il siparietto tra Sara e Lorenzo che iniiza col dal dare il ramato è una delle cose più belle capitatemi in questa giornata! :)

UnUomo.InCammino ha detto...

Fabio Volo è come una pizzetta: non sempre c'è il tempo o la voglia per un banchetto in una bella trattoria ben apparecchiata.
Io non demonizzo le pizzette. Ogni tanto mi capita di mangiarne qualcuna, mi tolgo la fame (qualcuna è pure buona) e passo oltre.

Lorenzo ha detto...

UomoCoso, la pizzetta è la versione ridotta della pizzona. Fabio volo di cosa è la versione ridotta?

Marco Bertoli ha detto...

Io non demonizzo le pizzette. Ogni tanto mi capita di mangiarne qualcuna, mi tolgo la fame

Che genere di fame, precisamente, soddisfano i libri di Fabio Volo che altri libri non soddisfano?

Mariella ha detto...

Qualcosa l'ho schivata anche io.
Fabio Volo e FB in primis.
Buona estate bella ragazza.

diegod56 ha detto...

Volo scrittore mediocre ma può servire ad invogliare alla lettura, quindi è difficile un giudizio complessivo del fenomeno

UnUomo.InCammino ha detto...

E' come la maionese di Merdonald oppure la musica pop di Rihanna, lucidi come il raso sintetico oppure comode come le autostrade.
Sono elaborazioni semplici, industrialmente studiate nei gusti perfetti e piatti, che vanno giù lisci, non sono cattivi, sembrano buoni.
La scrittura di Fabio Volo è più o meno come quella di Paulo Coelho.
Sono semplici, leggibili, passano le pagine, ti emozioni un po' e poi chiudi.
L'esempio della pizzetta o del ritz o di un pugno di patatine spiega più di mille parole.
(non sempre vuoi sederti in trattoria con tavola preparata, ordinare primo secondo contorno vino caffè dolce, no!?)

Marco Poli ha detto...

Beh, Sara ...
[ l'amico Uomo mi ha quasi convinto ] a compiere il gesto estremo.

Quasi;
{ perché non sono della scuola “nella vita bisogna provare tutto almeno una volta” }.

E poi ...
uhm ...
le Maldive MA nella stagione dei monsoni, mi attirano.

===

Marco Poli ha detto...

{ la Sara che manda Lorenzo a dare il ramato, oramai è gag degna della Casa Vianello de' noartri !

^_____^ }.

===

Sara ha detto...

Lorenzo ed io siamo una "coppia"collaudata.

Alahambra ha detto...

Quanto snobismo.

Lorenzo ha detto...

UomoCoso, eppure...
Tu scrivi "Rihanna" come se io dovessi sapere chi sia. Per fortuna esiste Youtube cosi posso fare come per MasterChef, vado a vedere di cosa diavolo stai parlando.

L'esempio delle pizzetta non è calzante. Io mangiavo (ogni tanto, che non avevo mai una lira) la pizzatta al liceo nei primissimi anni '80, me la vendeva una bidella che alla ricreazione metteva sul corridoio un tavolo e sopra un mucchio di buste di carta con dentro le pizzette (quelle che sfornava una panetteria). Era la versione "plus" della focaccia, uguale per formato e confezione, venduta dalla medesima bidella.

Rihanna non è la pizzetta. E' una cagata di piccione. Il piccione che ti prende di mira quando esci dal salone dove si è appena celebrato il matrimonio di un tuo amico. Per fortuna io vado ai matrimoni vestito di roba Decathlon e la posso sciacquare alla fontanella. Ma uno impara a guardare in alto e a schivare i piccioni cagoni. Allo stesso modo non ti imbatti in Volo, Rihanna e la maionese McDonalts se non vai nei luoghi dove spacciano quelle cose. Se invece ci vai, si vede che ti piacciono.

Eh Sara, sai cosa, alle donne non piacciono i bravi ragazzi (ora bravi vecchietti) come me.

Lorenzo ha detto...

Intanto sul Corriere di Fantasilandia:
"Referendum, Renzi alla minoranza pd: «Con il Sì 500 milioni in più per i poveri»"
AHAHAHAH... Crozza disoccupato.

Marco Poli ha detto...

Ai saldi della retorica politica.

===