29 giugno 2017

Elenco

Dall'archivio della Prefettura, 4 luglio 1941

Oggetto: eliminazione dei nominativi ebraici dagli elenchi telefonici

9 commenti:

Lorenzo ha detto...

Sarebbe interessante associare quanti erano gli Ebrei sulla popolazione e quanti di questi erano abbonati del telefono, segno di un notevole benessere nell'Italia dell'epoca. Si potrebbe pensare che la persecuzione degli Ebrei abbia una qualche relazione con le posizioni che la loro "comunità" occupava, perché nelle "rivoluzioni" si tende a decapitare la "classe dirigente" precedente. Dubito che avrebbero attirato la stessa attenzione se invece di medici, avvocati, professori fossero stati braccianti agricoli.

Oggi leggevo una pagina di Repubblica in cui c'era scritto qualcosa come "A Mosca non si celebra l'anniversario della Rivoluzione, cerchiamo di capire perché". Ebbe, la risposta la posso dare io. Mentre qui da noi molti ne hanno una visione idealizzata, i Russi se ne vergognano un po', sia per quello che è successo durante che per quello che è successo dopo.

Francesco ha detto...

si sai, gli ebrei poveri sono stati risparmiati dalle persecuzioni..... e poi dice che non è fascista.....

Ernest ha detto...

che altro aggiungere...

Lorenzo ha detto...

Francesco purtroppo se tu ti rendessi conto di quanto sei inadeguato non saresti cosi inadeguato.

Io ho scritto che il fatto che gli Ebrei occupassero prevalentemente posizioni di rilievo nella società italiana dell'epoca (bisognerebbe andare a verificare i dati) sia stato una delle cause scatenanti la loro persecuzione. Ho anche aggiunto che si tratta di un fenomeno che si è ripetuto altre volte nella Storia, quella degli Ebrei non è stata ne la prima ne l'ultima persecuzione annesso genocidio.

Faccio un esempio facile, alla portata dei laureati col massimo dei voti: il Comitato di Salute Pubblica della Francia rivoluzionaria tra il 1792 e il 1793 rastrellò, processò sommariamente e uccise tramite la ghigliottina 17.000 persone. Aggiungendo quelle uccise senza processo e negli scontri (ma escludendo la guerra di Vandea), si arriva a circa 30-40.000.

Furono arrestate circa 500.000 persone. Arresti ed esecuzioni erano operati su questa base (cito) "In ciascun comune venivano istituiti i Comitati di sorveglianza rivoluzionaria, composti da dodici membri, con poteri di polizia. Essi rilasciavano i certificati di civismo, compilavano liste dei sospetti e arrestavano tutti coloro che erano considerati nemici della Rivoluzione". Inoltre, (cito) "Con la legge del 22 pratile, furono aboliti l'interrogatorio preventivo, la difesa degli accusati, la necessità di fornire prove materiali, la carcerazione come pena: le sentenze potevano essere solo assolutorie o di condanna a morte.". Naturalmente se qualcuno provava ad opporsi all'arresto, l'esecuzione era immediata.

Se avvolgiamo velocemente il nastro, potremmo andare a scoperchiare una pagina di Storia che è stata "tombata", ovvero le vittime della "giustizia partigiana e antifascista" nei giorni che precedettero e seguirono la resa dei Tedeschi e l'instaurazione del controllo militare alleato sull'Italia del Nord, su cui poi calò provvidenziale amnistia generale.

Ti faccio presente, visto che sei laureato a pieni voti, che qui Sara non ha riportato l'elenco degli internati in un campo di sterminio ma quello di gente a cui veniva disdetto l'abbonamento del telefono. E il telefono in casa ce l'avevano in pochi. Quindi, si, stai sicuro che agli Ebrei poveri NON hanno chiuso il telefono perché non ce l'avevano. Logicamente se tutti gli Ebrei fossero stati poveri, a nessuno avrebbero chiuso il telefono.

Ho sprecato altro tempo ed energie.

Lorenzo ha detto...

Ah, il simpatico vezzo di cercare di censurare il blog degli altri.

Francesco ha detto...

vai a fare la minestrina a mamma, visto che ti mantiene

diego ha detto...

molto interessante cara sara,

eliminare i nomi è quasi più potente, anche se meno sanguinoso, che eliminare i corpi

UnUomo.InCammino ha detto...

Beh, mi vine da ridere.
Perche' i kompagni sono riusciti nel fanttastico risultato di eliminare fisicamente gli italiani da interi quartieri, certi cibi dalle mense scolastiche, italiani dai mezzi pubblici in certi orari, dalle case popolari (anche quelle a 5' da casa mia) realizzate per i poracci italiani a loro spese.
Eccetera eccetera.

Socialisti marxisti/si' global battono socialisti fascisti 7 a 1.

UnUomo.InCammino ha detto...

> vai a fare la minestrina a mamma, visto che ti mantiene

IO noncaisco come mai Francesco, invece di contro argomentare, tu la buttui sempre sul personale. Questo non ti fa onore.