23 giugno 2017

La blogger

In uno degli eventi a cui sono stata invitata di recente, l'ospite d'onore era nientemeno che una blogger. A me sconosciuta, per altro.
E io sono rimasta un po'così, perché insomma tengo, gestisco, governo, questo blog da 10, anzi  11 anni, però non mi sono mai definita una blogger. 
Poi stasera ero in piazza a Marina di Carrara che ballavo, con le scarpe nuove dal tacco sostenuto e l'eyeliner celeste della Mac, a fare il tifo per il candidato sindaco del PD e ho pensato, tra un ritmo latino e l'altro, se sarà il caso  di iniziare a auto-definirmi una blogger
Ok, però, io lo faccio, però se lo fate anche voi!

17 commenti:

Anonimo ha detto...

Mai dubitato, sei una blogger . Migliore di altre , di molte.
Franca

franco battaglia ha detto...

Io lo faccio da un bel po'.. intervengo anche a presentazioni, convegni ed altre fanfarate in veste ufficiale di blogger... del resto, spero tu abbia letto il mio CV, che parla molto chiaro.. ;)
http://francobattaglia.blogspot.it/search?q=curriculum+vitae

Lorenzo ha detto...

Un blog è un sito Web qualsiasi. Eviterei il gergo "tecnichese" che qualifica immediatamente chi lo usa come "profano" e/o "venditore".

fracatz ha detto...

blogger o no blogger, questo è il problema
se sia più adatto e fine definirsi tale e sopportar gli oltraggi
o autarchicamente riappropriarsi del termine, pugnar tra sassi e dardi ed al ciel librarsi

Pietro Sabatelli ha detto...

Si lo sei, ed anche io, nonostante meno di 2 anni nella blogosfera sento di esserlo ;)

Francesco ha detto...

Ma ballavi da sola?

Biagioli Alessandro ha detto...

blogger che vordi? uno che ha un blog su blogger?nasce prima la piattaforma o il termine?

Lorenzo ha detto...

Blogger significa "uno che blogga" come "runner" è "uno che corre".

"Blog" è una contrazione di "Web Log", ovvero "diario sul Web", dove "diario" non si intende solo quello della giovane con le foto dei cantanti incollate ma anche il diario del capitano della nave eccetera. Il Capitano Kirk cominciava sempre con "Captain's log, star date bla bla point bla bla".

Non ho idea del motivo per cui Google, quando ha reso disponibile un servizio di blogging gratuito (consiste in un database, un aggeggio che pubblica le pagine e una amministrazione), ha deciso di chiamarlo "Blogger", poteva chiamarlo "Piripicchio".

Di fatto il blog è un sito qualsiasi. Per esempio chi distribuisce un prodotto via Internet spesso usa un "blog" per tenere aggiornati gli interessati su eventi rilevanti riguardo il prodotto o la ditta che lo sviluppa, cose cosi. E' una cosa abbastanza indefinita e per questo dico che l'uso del "tecnichese" è fuori luogo.

UnUomo.InCammino ha detto...

Tu sei proprio fedele al PD.
Pensa che io non ho mai votato una forza politica due volte di seguito. Forse una volta i verdi.

UnUomo.InCammino ha detto...

Preferisco l'italiano diarista.
Visto che lo sei, che qualcuno ti appicchi un'etichetta o non lo faccia, cambia poco.

semola ha detto...

... per fortuna a ballare sotto quel palco erano in pochi...
... dopo 70 anni di regime finalmente si cambia...
... in meglio non so o in peggio sarà difficile ...
... nessuna certezza, solo una speranza ...

Lorenzo ha detto...

Semola, mi spiace disilluderti ma non è cambiato nulla.

La valanga che ci sta tirando sotto è ancora li che rotola lungo il pendio e aumenta di volume ogni momento. Io sono arrivato alla conclusione che l'Italia non può tirarsi fuori se non portando a conclusione la guerra civile che i compagni hanno dichiarato 70 anni fa e stanno ancora combattendo. Ci vuole altro che una sera di ballottaggi alle elezioni comunali per non sentire più gli scolari cantare Bella Ciao e le massime autorità dello Stato sproloquiare de "populismo" e "sovranismo" contro il Mondo Nuovo.

Lorenzo ha detto...

Cito il Corriere:
"Ad oggi sono già 73.380 i migranti sbarcati nel nostro paese dall’inizio dell’anno, il 14.5% in più rispetto allo stesso periodo del 2016, ai quali però vanno aggiunti gli oltre 7mila salvati tra ieri ed oggi. Numeri che costringono il titolare del Viminale ad affrontare la nuova emergenza."

Ma niente paura, in Italia ci sono questo po po di Grandi Leader e Statisti, quelli in cui Sara ripone fiducia:

"Numeri che, per il segretario del Pd, Matteo Renzi, «non sono sostenibili». Renzi, parlando oggi all’Ispi a Milano, ha però aggiunto che «serve anche uno sforzo educativo e culturale» di lungo periodo, confermando di voler andare avanti sullo ius soli, perché rinunciare davanti ai sondaggi sfavorevoli sarebbe «cadere in basso». Ma ha aggiunto che è «un dovere prendere atto che l’opinione pubblica è esasperata»."

Mi vengono in mente tanti aggettivi ma se li scrivessi qui poi sarei un "hater" di quelli contro cui si sgola e si sloga i polsi a forza di letterine la signora Boldrini.

Quindi chi mi legge faccia "uno sforzo educativo e culturale" e immagini quali aggettivi vorrei scrivere.

Solo una cosa aggiungo: qui il Caro Leader dice papale papale che il suo compito, quello del Parlamento, quello del Governo, è fare IL CONTRARIO di quello che vorrebbero gli Italiani. Perché sono solo "popolo", quindi ignoranti, idioti, se non pazzi criminali. E lui e i suoi colleghi sono gli Illuminati. In tutti i sensi.

Vai Sara.

Ernest ha detto...

diffido di quelli che si autodefiniscono blogger ahhhhh :-)

Claudia ha detto...

Il blogger non è chi lo fa per guadagnare?

tvandtv ha detto...

scrivo sul mio blog da quasi 11 ma la definizione blogger mi mette allergia ; D

UnUomo.InCammino ha detto...

> i compagni hanno dichiarato 70 anni fa e stanno ancora combattendo.

Se la curva esponenziale di islamizzazione d'Italia e d'Europa si manterra', ci penseranno gli islamici a concludere a loro favore la guerra civile aperta dai comunisti/marxisti/progressisti, come sempre avvenuto nei paesi islamici (non e' che ci sia nulla da inventare nel 2017).
Un po' come i cattolici, c'e' un disegno non so quanto consapevole di nemesi anche nei comunisti.
Probailmente, dal punto di vista evolutivo, si tratta di devianze che si autoeliminano o soccombono nei confronti di competitori pi' efficienti. come gli oppiomani islamici.