Aprile è il più crudele dei mesi _ frammenti dal giardino anarchico


Prunus glandulosa

Lo devo mettere a terra. Da almeno 10 anni che rimando, meglio eh, altrimenti restava là, ora è qua!
Lo devo dividerlo.  Chi ne vuole? 
Devo dividerlo,ma non solo, devo  metterlo a terra, si poi ci sarebbe l'erba che fa proprio schifo così alta, ma se piove ogni giorno, come si fa? 
Campa cavallo che l'erba cresce, accipicchia!



6 commenti:

Novella Semplici ha detto...

Che bello! Sapessi dove metterlo verrei a prenderlo io. Ma ho il terrazzo strapieno e in vaso sarebbe sprecato.

nico ha detto...

Giardino anarchico è un'espressione che mi piace abbastanza, ne capirai sicuramente il motivo! :) Mi hai fatto ripensare a quando Maria racconta della differenza di pollice fra lei e sua mamma. Il suo è giallo, quello di sua mamma proprio verde! Dice che le piante quando vedono lei salutano e basta, quando vedono sua mamma si alzano pure :-))) A presto Saretta, un bacione, fra qualche giorno arriva una sorpresina per te :-)

blogredire ha detto...

Al sottoscritto interesserebbe,come si può fare?
Non parlare della pioggia con tutti i lavori che devo fare.

semola ha detto...

... e c'è pure nata dentro una pianta di nespole ...
... nespole anarchiche s'intende...

Biagioli Alessandro ha detto...

Aprile ogni goccia un barile...ho detto tutto!!.veramente anche aprile dolce dormire ,sicchè riposiamoci !!

La Laura ha detto...

9 gradi a mezzogiorno,pioggia, tosse raffreddamenti in tutta le città