Una condivisione apre le porte del canile!


Segnalo la mia amica Angela Ventrella di Barletta, ha bisogno di condivisioni per fare arrivare i cani in cerca di adozione, nella bacheca giusta.
Chi può condividere su facebook la trova QUI.
Non costa niente dare una mano, anche solo ogni tanto!

2 commenti:

Lorenzo ha detto...

Costa dare una mano in una iniziativa eticamente e logisticamente sbagliata per la ragione che ho ricordato più volte, ovvero che i cani non esistono in natura, vengono fabbricati come prodotto destinato al trastullo di persone con qualche problema. Che io non giudicherei se queste persone non scaricassero poi il problema sul cane, sul contesto dove vivono, sull'umanità in generale (da cui questo post) e su di me indirettamente.

Il guaio è che qui si invertono i termini. Invece di riconoscere che le persone comprano o "adottano" i cani perché hanno dei problemi, si vende l'idea che questi problemi siano qualità, la famosa superiorità morale e intellettuale, come altre dello stesso genere. Ergo, si spaccia il problema per la soluzione.

UnUomo.InCammino ha detto...

Anche i cani dovrebbero essere gestiti localmente ovvero nel luogo dove sono stati prodotti per lucro e comprati o presi per vezzo.