09 ottobre 2008

Bancomat & bulacchi

Mi è partito il bancomat. No, non è che se ne sia andato per i fatti suoi, più meschinamente lo sportello della Banca Popolare di via Balbi a Genova a un soffio dalla stazione Principe, questo pomeriggio ha deciso di tenerselo.
L'ho infilato nell'automatismo, il bulacco in questione ha emesso un rumore lento, inquietante e strascicato e si è preso il mio bancomat. Nuovo. Con il microchip (come i cani?).
Ah, il bulacco non si è premurato nemmeno di autoscriversi sul video : fuori servizio! ero tentata di lasciarci un cartello io, va beh...
Sullo sportello della centralissima via Balbi non c'era il numero per l'emergenza, ma c'era un recapito telefonico per un altro servizio, che comunque ho chiamato e mi ha indirizzato al numero per l'emergenza che è 800822056. L'ho chiamato e ho fatto bloccare il bancomat. E mo sono senza. Peggio: questo pomeriggio quando mi è capitato ero senza bancomat, ergo senza soldi, a 120 km da casa. E per fortuna avevo il biglietto di ritorno del treno già acquistato.
Due mesi fa stessa scena. Pure all'epoca bancomat quasi nuovo: il fattaccio avvenne nella galleria dell'ipercoop presso un bancomat della Cassa di risparmio di La Spezia.
Per quello che mi ricordo, so di avere il bancomat dal 1993 e non mi è mai capitato niente. Ora in due mesi, due sportelli me lo fanno fesso.
Coincidenza?
Io ho notato che ci sono in giro alcuni sportelli bancomat nuovi, con i tasti belli squadrati che ci digiti bene e gli schermi dove ci vedi bene.
E poi ci sono in giro tanti bulacchi, ovvero bancomat di vecchio tipo, con lo schermo piccolo, come quei due in cui sono incappata io. Ora va beh che c'è la crisi, ma ho la vaga idea o che le banche furbescamente cerchino di risparmiare sulla manutenzione dei bancomat-bulacchi o più semplicemente, nell'attesa di cambiarli, chissà quando, si ostinino a lasciarli in luoghi molto frequentati, o dove comunque non ci si può esimere quando c'è bisogno di soldi,dove tanto un fesso che li usa c'è sempre.
Che gli frega alla banca se io resto senza bancomat, se resto senza soldi?
Il disagio? è tutto mio.

1 commento:

luchetta ha detto...

Che gli frega alle banche? Con tutti i problemi che hanno, pore criste...Io un dispettuccio glielo farei....Chiuderei un par di milioni di conti correnti e, per incercessione di un qualche Dio (pagano) estinguerei un milioncino di mutui.
Così, tanto per vedere cosa fanno senza i nostri soldi...Non vado oltre perché sono di molto incazzatto (come dicono in Sardegna) ci ho il mutuo che mi erode il PIL famigliare, il prestito della macchina, del computer, della fava e della rava, ci ho il birifonchio mollo a forza di guardare in tv sté facce di malta che mi dicono: Stai calmo! Non aver paura! Non temere! Ci pensiamo noi!
Io mi sento come quando qualcuno mi mette una mano sulla spalla e mi parla in modo rassicurante:
99 su cento mi vuole inculare. (Si può dire inculare?)
Scusate il birifonchio.
Luca.