premesse elettorali

è venuto uno a suonare al campanello di casa.
Io ero in giardino a trascinarmi dietro secchi di concime, Apua mi ha bruciato sul tempo, è partita verso il cancello come fa di solito, abbaiando. Poi si è fermata a metà strada e ha preso a scodinzolare: che cane!
Mio marito ha parlato un po'lui, mentre io transitavo con il penato in mano. Perché io sono una giardiniera da penato, non da forbicine fri fri(vedi nota) .
Così che devo essergli apparsa, oltre che scarmigliata, pure pericolosa.
O forse gli sono apparsa come una (giovane) donna amante della Natura.

Comunque ho capito il suo nome e ho anche capito cosa voleva.

E'venuto a cercare il voto.

Non che ci conoscesse.
Non che millantasse amicizie antiche o un fronte comune contro "questi" o "quegli altri".
A me è piaciuta questa cosa.
Dopo aver sopportato tutta questa gente che mi riempie la cassetta della posta di opuscoli con stampati i loro brutti musi sorridenti.
(Dio quanto lavorano i dentisti sotto le elezioni a costruire queste impalcature!).
Gente che rifugge il contatto diretto, ma magari fanno l'annuncio sul giornale che saluteranno gli elettori con un aperitivo al bar X.
Ecco invece questo tizio ci ha messo la sua faccia e un po'del suo tempo per suonare al cancello di casa mia.
A me, tutto sommato,mi sembra un buon inizio.

nota: il penato è la roncola. Da queste parti è un attrezzo oserei dire genetico, tant'è vero che pure Dante scrisse che per noi liguri apuani è uno strumento di lavoro:

Aronta è quel ch'al ventre li s'atterga,
che ne'monti di Luni, dove ronca
lo Carrarese che di sotto alberga,
ebbe tra ' bianchi marmi la spelonca
per sua dimora, onde a guardar le stelle
e 'l mar non li era la veduta tronca.

Inf. XX ,vv.46-50

4 commenti:

Ernest ha detto...

uhmm...
se mi suona uno del pdl vado a prendere il ddt...
ciao ciao

giardigno65 ha detto...

la vecchia politica porta a porta, poi però è tutto deciso a monte dal partito, mah ...

Sara ha detto...

Ernest se viene una bella manza cosa fai?
Giardigno, concordo, però fino a un certo punto, cioè nei partiti ci sono equilibri forzati che secondo me lasciano qualcuno scontento nelle sue ambizioni...

Anonimo ha detto...

a eccolo che ce lo hai detto cosa è sto penato che non vedevo l'ora di chiedertelo, certo che è un strumento pericoloso, ce la vorrei anch'io una roncola così sul bus appena me lo si appoggiano con la scusa che -ahddevo scendere alla prossima- gli poto il ramo, vedi che importante saper far le giardinicole, mi ci devi fare un corso.
baci dalla Orty, adesso vado a Roma alla manifestazione del partito dell'amore che magari acchiappo.
nel caso non chiappassi, vado a far la campagna elettorale alla porta dell'Ernest, che per essere manza son manza!