sul 1 maggio

1maggio

Si, lo so, ci vorrebbe un colpo di ferro da stiro, ma stamani ho già stirato e poi ho riposto via tutto e quindi penso che  la indosserò così, sotto la felpa, perché oggi fa anche un po'freddo.
La maglia l'ho presa in un giorno fantastico lo scorso anno a Roma, durante una manifestazione, che sembrava di essere in un film, con le canzoni di  Venditti come colonna sonora.
E indosserò i jeans tra poco per andare al lavoro. Del resto è quasi paradossale che siamo noi lavoratori a chiedere il decoro di una divisa con cui rapportarsi al pubblico.
In altri tempi mi sarei compiaciuta di indossare una gonna, la giacca, le scarpe con i tacchi e tutto il resto, ma sinceramente non mi va più di far fare "bella figura" alla superiore Amministrazione, quando lo stucco e la pittura devo essere io a metterceli.
Perché oggi, 1 maggio,  il governo del rigore e dell'equità  si compiace di darvi i musei a un euro, mentre ci viene portato via tutto il resto.
E io ho una gran voglia di gridare la mia protesta in una piazza piena di gente e di sole, invece di scriverla in un blog.


10 commenti:

Costantino ha detto...

Ma anche scritto (e letta) su un blog ha un grande significato .

Eva ha detto...

Una felpa con cerniera aperta spero... Almeno lasciamo intravedere... Baci cara.

Francesco ha detto...

mentre per me è rimasto (antifascista da sempre e comunque) valido il significato del 25 aprile, lo stesso non si può dire per il primo maggio. in un mondo del lavoro che non è più (e non deve esserlo) quello di un tempo, oggi di chi è la festa? e quale senso ha ?

Kylie ha detto...

Voglio anch'io una maglietta così!

Bacio

Nik ha detto...

Brava! E'così che si fa! Dovremmo partire anche da queste cose.

Giuliano ha detto...

Il PRIMO MAGGIO dovrebbe essere.....DOMANI...SEMPRE!!

viola ha detto...

Oggi sono passata con il treno da Sarzana e ti ho pensata.
Sarebbe bello si, trovarci in tanti in piazza, tutti insieme per i nostri diritti.. Buon primo maggio un pò in ritardo:)

Alessandro ha detto...

E un pensiero anche ai troppi (sempre di più) per i quali il lavoro è un miraggio.

Anonimo ha detto...

Tra poco ci leveremo la voglia di gridare nelle piazze speriamo di essere in tanti
RUDE RIVOLUZIONARIO

Ernest ha detto...

Sara quella maglia è davvero uno spettacolo!