16 febbraio 2013

Il nastro lilla

 photo 0a0a2b95-c664-4e7e-8a81-0efb23029899.jpg
 Si che la protezione civile dava l'allerta 2 a inizio settimana, ma io confidavo che fosse un eccesso di prudenza e c'ho messo del mio ad essere propositiva,impegnandomi a diminuire il numero dei caffè giornalieri. 
Invece proprio lunedì  ho appreso della tragedia di una persona che conoscevo e stimavo e quando tutte queste meschinità in cui oggi mi dibatto, si saranno disciolte come ghiaccio sotto il sale, come dice Yeats, mi resterà il ricordo come un dolore che non guarisce. 
Ieri ho messo a dimora una rosa, in assoluto la mia preferita, la Graham Thomas,era una talea di tre anni che avevo riservata a un amico che mi è stato accanto in tutto questo tempo e che ha creduto in me, che è stato sempre dalla mia parte, meno questa volta. Non credo che sarà possibile ricostituire il nostro rapporto, ma sarei profondamente ingiusta verso di lui, se alla luce di questo episodio misconoscessi tutto quello che ha fatto per me, tutta la pazienza che ha avuto nel sostenermi. E la rosa ho deciso di tenerla nel mio giardino. Ne avevo già due di G.T., ma questa resterà come  il ricordo di questa parte importante della mia vita.
Devono esserci andati pesanti, ma pesanti davvero, ancora non so bene come sia accaduto, ma a parte il dolore che sto vivendo, la rabbia per l'ennesima ingiustizia subita, sono molto, molto serena. Mi hanno potuto danneggiare nell'unico modo in cui gli è consentito,in quanto mediocri , ovvero, con la disonestà. 
Io però non lascio mai e a stare dalla parte della Verità anche quando i compagni sbagliano ci sono avvezza. 
 Tuttavia perdere un sabato pomeriggio di sole, che è un anticipo di primavera,per tormentarsi il fegato, sarebbe un vero delitto! e si che avrei anche da stirare! ma in questo momento ho cosa più urgenti da fare, ovvero prendermi cura di me stessa, che quando sono più bella, sono sempre vincente, altro che quell'aria sperfuzzita che mi porto dietro da giorni! E allora decido che me ne vado a fare un giro con la mia cagnolina Apua, ma bello lungo, in salita, a tonificare gambe e glutei! 
 Si!!!conosco una strada che alterna le piane di ulivi, a tratti di bosco d'erica, roverelle, mirti e la salsapariglia che in questo periodo ha le bacche rosse! 
Andiamo Apua?! mi manca in guinzaglio! dov'è finito?! In questa casa moltiplicano i cani e spariscono i guinzagli! E così afferro al volo il nastro di un vestito che non indosso più. Un nastro lilla, che non ho buttato via perché mi sembrava carino. Adesso è anche utile! Andiamo Apua, per oggi il guinzaglio è risolto!

9 commenti:

Biagioli Alessandro ha detto...

dovrai comperare un ginzaglio lila Apua l'indossa benissimo!!

George ha detto...

Mi dispiace per quello che ti hanno fatto, spero tu e Apua vi siate divertite.

viola ha detto...

Sei una donna positiva e propositiva:) di grande forza interiore e femminile creatività. Sei una rosa bella e forte quanto le tue rose e sai trasformare ciò che hai intorno in uno splendido giardino malgrado le difficoltà- Buona passeggiata Sara:)

Adriano Maini ha detto...

Ti esprimo tutta la mia personale solidarietà!

Nik ha detto...

Eh, si. Una G.T. ad una persona non solare non si addice. Bene hai fatto.

paola dei gatti ha detto...

effetivamente i guinzagli hanno quella brutta abitudine di imboscarsi (e ricomparire rosicchiati) anche a me è capitato di usare cinture e tracolle di borse (anzi in igni mia borsa cìè un guinzaglio o una tracolla...non si sa mani...ma l'ultima volta è bastata la borsa stessa:samantha era tanto piccola che l'ho messa nella borsa per portarla a casa... ora ha un anno e mezzo ma non è molto più grande, ma allora era grande come un pugno

Francesco ha detto...

alla faccia di chi ti vuole male

francesca ha detto...

Il lilla e` sempre il colore giusto.....
fra

Kylie ha detto...

A volte le delusioni sono difficili da superare. Coraggio cara.

Un abbraccio forte