sotto i portici di via XX

Percorro i portici di via XX. A Genova. Che magari di vie XX settembre ce ne sono un po'ovunque, anche a Sarzana, ne abbiamo una ,ma la vera via XX è a Genova.
E io adoro via XX. 
E dunque l'ho visto, elegantissimo , mentre stava uscendo da un caffè sotto i portici e si stava infilando i guanti. Curato e più giovane rispetto a come appare nelle foto.
Io ho rallentato il passo e a bocca aperta, le labbra vermiglie, un po'ridendo, un po'in imbarazzo, mi sono avvicinata. Roba che non ha scampo, cioè gli tocca dare udienza a una sconosciuta.
E gli ho dico che è un' emozione grandissima  poterlo conoscere perché quando io ho iniziato a lavorare lui era la nostra guida, di tutti quanti noi e gli dico pure  che "mi manca tanto!".
E poi...quello sciopero! quello sciopero indimenticabile! Sorriso compiaciuto. Se lo ricorda!
Poche frasi, uno scambio veloce, io che non voglio rubargli il tempo prezioso, una stretta di mano come congedo. Io tutta sorridente.
Lui che forse penserà  che Sergio D'Antoni o a Pietro Larizza potrebbero pure invidiargli l'entusiasmo  che lui invece riesce ancora a destare. 

4 commenti:

Francesco ha detto...

lo so che in televisione io sembro più vecchio....

(che poi pure io non ero tanto distante da lì qulche ora prima)

Adriano Maini ha detto...

Avercene tanti di incontri così significativi!

UnUomo.InCammino ha detto...

Fascino fatto di testa, potere, stile.
Solo fascino o era anche sexy?

Ernest ha detto...

Dovevi vedere oggi via XX con la neve sara!!!