01 settembre 2013

una bellezza ribelle

 photo d95902db-c1bf-4bd3-adbb-722f3de99843.jpg

io ho sempre un po'avuto la fissa di essere grassa, adesso invece ho la fissa di invecchiare, quindi agitarmi innanzi un tubetti di acido miracoloso o qualche olio esotico dalla valenza taumaturgica contro i segni del tempo, è come suonarmi un flauto magico. Debolezze. Insomma questo è un blog, non è la Critica della Ragion Pura.
Se non che una mattina ero al Penny e sono passate tre signore d'età,  picchiavano infatti intorno alla settantina, come minimo. Una era biondissima, di tintura certo, con i capelli corti e un bell'abito turchese, una generosa  scollatura e una gonna ampia. L'altra aveva i capelli nerissimi, lunghi oltre le spalle, tinta pure lei,  con indosso un abito nero con fantasie color bronzo e dei bracciali, il tutto in tono etnico. Poi la terza, con i capelli sale e pepe, alta, piuttosto imponente, formosa sotto la maglietta chiara, aderente e indossata con  i pantaloni di cotone, anche essi chiari. Una che un tempo si sarebbe definita una sventola. Mi ha colpito il fatto che avesse il rossetto fucsia, cioè di un colore così acceso  che normalmente viene riservato alle persone più giovani, io stessa me ne sono comperato uno con molta titubanza, invece devo riconoscere che le donava molto. Alla faccia delle riviste "beauty" che sconsigliano di adoperare i colori vivaci  con l'avanzare degli anni.
E mentre queste tre donne camminavano, davvero piacevoli  a vedersi, il loro incedere  non è passato inosservato a noi che eravamo lì e un signore della loro età, ha commentato sospirando "Vanno al mare...".
Vedere quelle tre belle signore, ultra settantenni mi ha messo di buonumore!
A noi donne piace essere belle, siamo anche molto sollecitate ad esserlo e rispetto a un tempo, abbiamo tante risorse a nostra disposizione, tuttavia quella imposta sembra essere una bellezza entro  le regole, una sorta di dittatura estetica e consumistica e quindi devi essere giovane, devi essere magra, però con le tette grandi e poi devi essere senza peli come una Barbie o meglio come una attrice porno, faccenda che per i fenotipi mediterranei non è semplicissima .
E dopo "una certa età" non stanno bene i capelli lunghi, che io un po'ho abboccato, poi ho pensato che non avendo ancora un capello bianco, era un peccato non  tenerli un po'lunghi. E i capelli che poi devono essere "visibilmente"lucenti come dice la pubblicità, un tempo liscissimi, un tempo riccioli e come la mettiamo con chi come me ce li ha un po'e un po?!
Ma poi altre regole, che io sono così pallida "ma non ci vai al mare? ma non ti fai una lampada?" E io rispondo ringhiando : "No!!!"
E  poi gli esperti di bellezza che raccomandano che dopo "una certa età" il make up deve orientarsi  sui colori sobri. Che è come dire un po'tristi. Ora che ci ripenso, quando in profumeria mi hanno rifilato i rossetti dai toni scialbi o troppo scuri, poi ho faticato ad adoperarli perchè non mi dicevano niente, mentre adoro passarmi sulle labbra rossi sgargianti o femminilissimi toni rosa.
Insomma le regole della bellezza sono un limite, sono un tentativo, tra i tanti, di dominio da parte della Società, dei mezzi di produzione e commercio, sulla donna, anche se l'incessante tentativo di imporre una bellezza giovane e stereotipata, credo che si motivi con  qualcosa di più profondo rispetto a delle ragioni economiche. E'una volontà  di ammaestramento, di riduzione, di limitazione. Ci dicono sempre come dobbiamo essere.
Essere belle nella nostra individualità, come una di noi è capace di esserlo a modo suo, quando si piace, fregandosene magari di tante regole,  può essere allora legittimamente considerato un atto di ribellione?!!




25 commenti:

silvia ha detto...

ben detto!
... nè bella, nè brutta, semplicemente donna ...

jeanloupverdier ha detto...

quello è un vestito ribelle..?

^_^

Sara ha detto...

@jean, si!

Francesco ha detto...

lo hai detto tu, la bellezza segue le regole della moda, quindi è ovvio che uno/a debba essere come richiesto dai ben definiti canoni vigenti. e tu ne hai citato diversi: misure, capelli, estetica del corpo e via dicendo. credo però che non se ne possa fare a meno, siamo animali sociali e abbiamo bisogno della pubblica approvazione, che è persin più importante di quella privata.

Biagioli Alessandro ha detto...

te appartieni al genere di donna che sara sempre bella anche a 80 anni

UnUomo.InCammino ha detto...

Più foto di Sara per tutti!!
=:)
La bellezza è, in gran parte, un'espressione estetica della tensione biologica riproduttiva.
Poi mediata anche culturalmente.
Veronesi – che scatenò un sacco di polemiche – disse bene quando osservò che da questo punto di vista l'amore omosessuale è puro, scevro da valutazioni, anche estetiche, di tipo “biologico”. Ma questa osservazione assume che la biologia sia inferiore, meno pura se non impura, rispetto ad altri livelli e questo non mi pare granché.
Comunque stai molto bene e sei una donna decisamente piacevole (ma io non sono imparziale, in quanto adoro i fenotipi mediterranei!).

Mariella ha detto...

Bah, me ne sono sempre fregata. Non hai citato la palestra convulsiva. A cui nella Gran Milan soggiaciono tutte. Io sono mediterranea pertanto la mia conformazione fisica non mi ha mai permesso di essere alla moda nei tempi moderni.Non amo il mare e le abbronzature perenni che invecchiano oltremodo la nostra pelle. Sarò come mi pare fino alla fine dei miei giorni! Mariella

Giò ha detto...

Spesso i canoni estetici cui molte donne si attengono sono sostanzialmente quelli imposti dai gusti dei maschi – lo dico ponendomi, dunque, al di sopra d'ogni sospetto -. A ruoli invertiti dovrei sottopormi a faticose ed atroci sedute di body building, tingermi i capelli e farmene trapiantare un bel po' oltre ad usare abbondanti stuccature di cerone: rischierei di diventare presidente del consiglio se non fosse che dubito riuscirei pure a vestirmi come un manichino della Standa.

Morena Della Valle ha detto...

...che poi chissà che età è quella "certa età". Ad ogni modo credo che la vera bellezza non abbia età e che ognuno di noi sia il peggior giudice di sé stesso.
Siamo donne ed è una gran fortuna!

mirtilla ha detto...

E' vero , come hai detto anche tu , ai giorni nostri esistono dei canoni di bellezza ben definiti , come è altrettanto vero che un po' tutte , chi più , chi meno , cerchiamo di fare del nostro meglio per mantenerci in forma. Ma sono dell'idea che forse è meglio essere una donna imperfetta ma serena ,che gode i piaceri della vita senza imporsi troppe rinunce e restrizioni, che trasmette gioia ,piuttosto che una persona alla costante ed estenuante ricerca della perfezione estetica ma poi sempre arrabbiata con se stessa e di conseguenza con il resto del mondo . E poi...la bellezza sta negli occhi di chi guarda... Cara Sara ,grazie per le belle parole che hai lasciato da me....Ti abbraccio .

Giuliano ha detto...

Ci sono "bellezze" indiscutibili e direi universali ma quelle vere e credo siano le maggiori sono le "bellezze" soggettive quelle che veramente ti fanno "godere"

Francesco ha detto...

ma eri a Milano ?

Sara ha detto...

@Francesco si, a Milano.

giardigno65 ha detto...

si, ribelliamoci !

Il poeta sulle 23 ha detto...

Anche tu da Dolce e Voltagabbana?
Macchè dico!
Splindentissima!!!

Kylie ha detto...

Anch'io ho la fissa dell'essere grassa e adesso che la mia pancia è in continua espansione mi viene un po' di tristezza. Però se non mi trucco con colori sgargianti non sono neppure io!

UnGiardino InDiretta ha detto...

la bellezza secondo me, è come la verità: va ricercata, non è mai una sola ed assoluta, ma ha tante sfaccettature. Tu che sei capace di riconoscere la bellezza di una rosa, figuriamoci se non sai capire che colore di rossetto dona al tuo viso! Manda al diavolo le commesse stereotipate, per favore, a meno che non siano esperte di rose antiche e peonie ;)

viola ha detto...

La bellezza è anche la creatività con la quale riusciamo ad esprimerci. Scegliere ciò che ci piace, ciò che ci sta bene, ciò che ci fa sentire bene. Un colore, un profumo, basta che esprima il più possibile noi stesse e che non venga imposto da nessuno.
Ribelli ai gusti e alle imposizioni altrui e fedeli solo a noi stesse:)) un bacio bellezza

Vera ha detto...

Solitamente, Sara, ai nostri uomini piacciamo per fortuna più che a noi stesse.
La natura con noi non è gentile, ci obbliga ad adattamenti rapidi e repentini; abbiamo momenti in cui attraversando certe soglie cambiamo fisicamente più in fretta di quanto riusciamo a farlo emotivamente. Così diventando ragazze le bimbe si vedono nel giro di pochi mesi crescere seni e fianchi diventando d'improvviso soggetti sessualmente appetibili senza riconoscersi più allo specchio.
Poi altrettanto rapidamente gli ormoni ci abbandonano e lo specchio ricomincia a mandarci un immagine sconosciuta.
Per gli uomini il divenire è più lineare, meno repentino e con molti meno obblighi sociali.
Noi come prima cosa siamo valutate per il nostro aspetto fisico, cosa sulla quale abbiamo scarso controllo e della quale non abbiamo colpa o merito, loro lo sono principalmente per ciò che fanno e per quello che sono, su questo l'individuo può influire.
Porto i miei capelli ormai molto ricchi di fili bianchi a testa alta, ogni tanto litigo con lo specchio, poi penso che ho la fortuna di essre sana e di avere chi mi sta vicino con affetto e con ancora desiderio e faccio pace con l'immagine riflessa.

Topo ha detto...

Il pensiero istintivo c'è in tutto questo le donne si sentono belle se ammirate dagli uomini che per loro natura cercano sempre un appagamento del proprio desiderio cercando stimoli e la freschezza della giovinezza, ma siccome non siamo solo animali ci sono tanti altri fattori che troppo spesso vengono sottovalutati.
C'è il fascino che non va confuso con la bellezza, la femminilità che non vuol dire volgarità e poi c'è sempre una persona dietro a spesso viene trascurato questo pensiero.
Cara Sara è vero che la società ci vuole tutti in un certo modo, ma sarebbe sciocco uniformarsi per un generico piacere a gli altri, io penso che ogni persona sia meravigliosamente unica e come tale deve rimanere i modelli preconfezionati lasciamoli a tutti quelli senza idee senza la capacità di dimostrare di essere se stessi, non mettere freni alla tua personalità sarebbe davvero un peccato.

Quasi quasi potevo farci un post....

A presto.

UIFPW08 ha detto...

La bellezza ha sempre il suo fascino.
La bellezza interiore è la qualità migliore
Un abbraccio
Maurizio

diegod56 ha detto...

gli esperti di bellezza? chi sono?

fracatz ha detto...

non si possono avere sempre 20 anni
l'importante è stare in pace con la propria anima

Magnoli@ ha detto...

ma tu non sei grassa.....cavolo, nemmeno un po'.perchè lo pensavi o lo pensi ...bah!!!

Sara ha detto...

Magnolia cerci di stare a dieta...e'dura!