11 gennaio 2014

quello che non ho fatto

Non mi sono mai fatta una lampada.
E si che mi hanno detto tante volte che ne avrei avuto bisogno. Ma io ho sempre pensato che sto bene così.

Non mi sono mai presa un vestito da Zara, e si che ci vado spesso  a curiosare, ma detto tra noi, ma non mi pare che nei capi di questo brand, per dirla con le parole delle fescion blogger, il prezzo sia proporzionale alla qualità.

Non sono mai andata all'ikea, forse per pigrizia, mica per altro, ma sbarcarmi code e autostrada per comperarmi un paralume mi sembra uno spreco di energie, inoltre perché voglio che le cose che mi circondano abbiano il mio stile, non quello dell'ikea.

Ora che ci penso, non sono nemmeno mai andata all'esselunga, perché vado alla Coop.

Post intimista-spocchiosetto scritto in un sabato mattina di gennaio.
Se siete l'ikea, Zara, l'esselunga  o centri di abbronzatura , mandatemi pure a spigolare.
Se siete la Coop, quanto meno potreste regalarmi un buono sconto per una fornitura settimanale di cibo per gatti.

8 commenti:

Charlie Brown ha detto...

io vado sempre alla deriva ed entro dove capita, non ho nessuna tessera fedeltà e entro all'ikea solo per prendere le matitine che mi piacciono tanto :-)

Alberto Cane ha detto...

Non vale. Non devi dire quello che non hai fatto, ma quello che hai fatto e poi ti sei pentita.

Anch'io vado alla Coop, ma non credere... ho un bel post pronto sull'acqua minerale. Buon fine settimana Sara.

Mariella ha detto...

Io ho provato tutto e ho smesso quasi subito, lampade e Ikea. Mi piaccio lunare, ad esempio. In questo ti somiglio. Ma non prendo molto sole nemmeno d'estate. Non mi piace proprio espormi.
Per Zara ti dirò, in passato quando erano i primi tempi di questo grande allunaggio in Italia del marchio spagnolo, c'era una qualità diversa. Ho comprato cose che, pur passati molti anni ancora oggi resistono bene e fanno la loro porca figura. Quasi senza tempo.
Io Carrefour o Iper.

Francesco ha detto...

Milano e' esselunga, l'altra sera che ho fatto la spesa li' mi sono trovato benissimo. Ho comprato anche dei biscotti buoni che potrebbero piacerti. All'ikea ho acquistato ad agosto una poltrona per il tavolo del pc. L'ho montato io, e ne sono stato orgogliosissimo!

UnUomo.InCammino ha detto...

Ci fu un periodo, quando uscii di casa prima e poi quando misi su casa con la madre di mio figlio, che acquistai troppo da Ikea.
Ora ne ho la nausea ed e' bene che sia cosi'.
Quella multinazionale ha distrutto o impattato molto pesantemente sulla nostra economia e sul settore "mobiliero".
Come italiani dovremmo rifiutarci di comprare da questa Grande Distr(ib)uzione Organizzata che distrugge economia, lavoro e che comporta una pesante emorragia di capitali.
Non prendero' mai piu' alcun mobile da Ikea. Di tanto in tanto ci vado solo per il reparto candele, visto che qui in Italia le candele o non ci sono o mi fanno vomitare il caxxo, sempre con quei profumi dozzinali aggiunti.

Sara ha detto...

@Francesco, si, mettimi da parte i biscotti a cioccolato!

Biagioli Alessandro ha detto...

nn si vive senza happy hour o polpettine ikea!poi nn capisco neanche come si possa avere una casa senza expedit,inoltre le piantine sono a buon mercato :D..ci vado almeno una volta al mese per lavoro...

unrosetoinviacerreto ha detto...

Ikea= candele anche per me.
Poi la volta che mi sono innamorata
di un mobiletto a prezzo contenuto mi sono svenata per pagare chi me l'ha montato.