11 gennaio 2014

congedo

Mi separo da te, ci stavo pensando da un po'di tempo.
E'che non mi sentivo più a mio agio in tua compagnia.
Sarà il tuo aspetto, sempre gradevole, ma pure un po'sciupato.
O semplicemente perché sono cambiata io e tu non mi piaci più.
Eppure t'ho voluta subito, al primo istante in cui t'ho vista, tre anni fa, se ben ricordo.
Con te al mio fianco ho condiviso tantissimi momenti, anzi direi che più di ogni altra mi sei stata accanto in questi anni. Efficentissima, anche se un tantino agressiva. 
Hai custodito i miei segreti, ma proprio anche quelli che nemmeno le persone a me più care conoscono.
Hai condiviso i miei giornate di shopping e le mie anticamere in segreteria.
E soprattutto tanti viaggi in treno.
Però mi è subentrata un'uggia graduale di te. Credo che capiti e non mi sento di farmene una colpa.
Ho maturato altri gusti.
E poiché è un peccato sprecare una cosa così bella, ti consegnerò nelle mani di un'amica che forse ti potrà apprezzare quasi quanto ti ho apprezzato io, cara la mia borsa nera in eco-pelle di Calvin Klein. 

6 commenti:

Alberto Cane ha detto...

Io mai più farei una cosa del genere con lui.

Mariella ha detto...

E' ora di rinnovare.

fracatz ha detto...

si spendicchia,
si spendicchia èèh
alla faccia della spendig review e de chi ce vo' male

Francesco ha detto...

Facciamoli girare questi soldi

Sara ha detto...

non mi sono comperata nessuna borsa di recente, voglio solo eliminarne una che non uso più!

unrosetoinviacerreto ha detto...

Ed io che pensavo a chissà quale evento :-) Forte! Si cambia!