18 agosto 2014

Non indispettite la blog-star!

Io ho attivata la moderazione, ma credo che in 8 anni, da quando ho aperto questo blog, le volte in cui ho evitato di pubblicare qualcosa, saranno state giusto 3 o 4, per altro a commenti di anonimi, sebbene scritti da persone che, mio malgrado, conosco.
Altre volte mi vengono proposte delle pastiche blu per performance sessuali che non vedo come potrei eseguire, allora è ovvio che cancello il commento.
Però credo di non aver mai e poi mai bloccato l'espressione di qualcuno che a margine dei miei post ha lasciato un'idea agli antipodi della mia.
Magari gli ho risposto. Talora ho incassato. Ma non censurerei mai e poi mai un commento che non condivido, mi sentirei terribilmente disonesta.
Di recente ho visitato un blog che non avevo mai letto prima e ho pure incautamente lasciato un commento in attesa di moderazione, due righe a margine di una filippica redatta dalla proprietaria del blog in questione, in cui io ho citato una tesi di Hillman, che forse sdrammatizzava  l'oggetto del suo dibattimento, vale a dire tutto il suo pippone moralistico, in verità esagerato. Forse il motivo è questo.
Ho idea che la proprietaria del blog, signora che non nasconde, ma anzi, palesa i suoi titoli accademici, quella citazione di Hillman, come argomento "contro", in un passaggio per altro assolutamente leggero e garbato,  non deve averla digerita.
Sta di fatto che il mio commento non ha passato la moderazione. 
Forse ho sbagliato approccio, dovevo entrare nel suo blog e dirle che è bellissimo e che condividevo sperticatamente ogni parola di quanto ha scritto, ma che valore avrebbe un commento del genere, magari lasciato  per auspicare che la visita venga ricambiata nel mio blog?
Ho come la vaga notizia intuitiva che se fossi stata un uomo, quantunque in contraddittorio, quel commento sarebbe passato,  ma io che sono pur tante cose, non sono certo un uomo.  
Allo stesso modo presumo che il mio commento sarebbe scampato alle forche moderatrici, se al pari della blog-star in questione, (a quando la candidatura al Pulitzer ?) fossi stata un'altra aspirante  blog-star, di quelle che mettono nel curriculum il numero di visitatori che sono passati dal  loro blog quando si candidano  per presentare il loro libro alla sagra della frittella. 
Come dire, ha diritto "chi conta", chi dà prestigio al blog.
In ogni caso censurare un commento, mi sembra una gran brutta cosa.

15 commenti:

Mariella ha detto...

Bruttissima cosa la censura. Ho la vaga sensazione di sapere pure di chi tu stia parlando.

Sara ha detto...

E'convinta di avercelo solo lei il blog!

fracatz ha detto...

a chi lo dici, piccola,
a chi lo dici.
Pensa che io sono bannato da quasi tutti i blogghi di spessore ed ultimamente persino da quello di Beppe, nonostante io continuerò a votarlo, però i miei commenti sono sempre un po' porno e non tutti riescono a capirli, praticamente un test sulle capacità umoristiche del soggetto in esame

Costantino ha detto...

Trovare su un blog un commento che cita un famoso psicanalista junghiano! Io ne sarei stato onorato, senza tema di essere preso in giro perché nessuno, me compreso, sa quale fosse la sua tematica. Mi sarei tutt'al più lasciato sfuggire un manzoniano "chi era costui" e mi sarei sentito alquanto ignorante.
Poi sarei andato a leggere su Wikipedia e avrei così saputo qualcosa di nuovo.
Bellissimo post, una lezione di stile e ironia, altro che i commenti "Belle foto, preziose immagini" di cui mi sento anch'io talvolta colpevole.

Sara ha detto...

Ma si, alle volte scrivo anch'io "belle foto etc." ma proprio perchè non posso commentare altrimenti. Oppure quando tu vai a caccia di racconti inediti, ogni volta è una piacevole scoperta. E'comprensibile che chi fa un post ci metta impegno, però se ne vedono di commenti frettolosi, eccome!

Primo Junior ha detto...

Io.vengo bannato anche da quelli umanitari e sperimentali tipo quello di fractaz, immagina tu, dolce petalo di rosa, la moderazione di quelli professional dove la ricerca quotidiana di parole per poter fottere il maggior numero di folletti e poter guadagnare tramite loro, non possa andare in tilt. Sinceramente i miei non si possono considerare dei commenti, ma delle ideozie buttate a getto d'impulso a silvente, ma visto che qui dentro si rispetta la natura lo si può fare ad acqua. Perché lo faccio? Te lo starai chiedendo leggendomi con curiosità, vero? Voglio essere sincero, tesoro, perché si nasce soli e si muore anche, ma nel mezzo della nostra vita si incontrano della persone interessanti da potersi confidare, aprirsi liberamente. Lo faccio solo per poter sperimentale quanto un essere umano mi può sopportare. Di sicuro ti chiederai il perché di tutto questo, vero? Io, con il cuore in mano, ti rispondo perché ho voglia di fare un secondo passo. Il primo è stato un brutto scivolone, mi sono fratturato tutto. Senza portarla alla lunga ho voglia di risposarmi, e solo il web mi può dare una mano. Il web e tutti voi. Quindi, oltre alla bella Sara e al mio micio fracatz... .chi ha voja di essere mio amico. Ho sempre pensato che il 3 sia il numero perfetto, e lo pensate anche voi. Ciao...

Nuvola Sospesa ha detto...

Io non so di chi parli ma sono curiosa (ma capisco che non puoi scrivere il nome qui. Ma e' lo stesso).

Per il resto, riguardo alla tua domanda: "Ho sbagliato..?"

No, hai fatto bene. Non sei stata offensiva, a quanto dici, e hai espresso la tua opinione. Se 'sta ripa e'una che ha il metro di misura che immagini, beh, mandala a spigolare! (per citarti!)

Spesso sono le stesse donne a ingelosirsi e soffrire dell'intelligenza e della capacita' di altre donne.

Primo Junior ha detto...

Nel mezzo si incontrano delle persone interessanti, quindi, hai già dedicato il tuo tempo e un tuo post per chi non lo è. Spero che il mio amico non possa soffrire così tanto come la donna da voi citata. Non riuscirei a perdonarmi tutto questo per un semplice Si....lo vojo subito! Mi tocca andare a Scorrano per sterilizzare i miei amici a quattro zampe. Lo sai, mi dispiace tanto privarli della loro unica esistenza, ma mi stanno creando un sacco di problemi con le guardie zoofile.

Francesco ha detto...

è una blogger che ce l'ha solo lei. la figa. sarà mica di Milano ?

Lorenzo ha detto...

Premessa:
Quando una persona gestisce un blog deve necessariamente assumere la responsabilità di tutto quello che viene pubblicato, inclusi i commenti.

Ora, dato che la maggior parte della gente non ha nessun concetto da esprimere ma o ripete luoghi comuni oppure da libero sfogo alle proprie problematiche esistenziali, i commenti nella maggior parte dei casi sono o irrilevanti/innocui oppure sono provocazioni/insulti.

Cancellare i commenti del secondo gruppo non solo è necessario ma è anche doveroso e non si tratta di "censura", dato che non dicono nulla, quanto di mantenere un minimo di decenza e modus vivendi.

Tesi:
Esiste un problema fondamentale con le persone. Pochi sono abituati alla dialettica, cioè al confronto tra due tesi. Per la maggior parte delle persone esprimere una tesi opposta alla loro equivale a mettere in discussione la loro intera esistenza, quindi è un "disturbo" intollerabile.

Il fatto che la maggior parte delle persone non capiscano il concetto di dialettica ha due conseguenze:
1. le persone vanno a leggere e a commentare solo le pagine dove riconoscono le proprie tesi, quindi nei blog post e commenti sono pesantemente "allineati".
2. quando capita accidentalmente che arrivi una voce fuori dal coro scatta la reazione inconsulta, se è un semplice lettore questi scriverà commenti di provocazione/insulto che cercano di "scacciare" il "disturbatore". Se è il titolare del blog può capitare che i commenti non allineati siano cancellati oppure che questi utilizzi i lettori del tipo precedente come "servizio d'ordine", tollerando quando non approvando la provocazione/insulto.

Conclusione:
I blog, come Intenet, non sono "neutri", sono delle rappresentazioni di quello che c'è nella testa delle persone. Nel bene e nel male.

diego ha detto...

un commento critico ben scritto arricchisce un blog, direi che è un’occasione da cogliere

altrimenti è una specie di fan page di serie B

elenamaria ha detto...

Mi sembra una cosa molto triste censurare un commento non offensivo. Se poi uno (una) vuole solo sviolinate, vabbè, c'è feisbuc ;-)

Sara ha detto...

ma infatti, io ho espresso solo un'opinione parzialmente differente, ma il fatto è che sono ricorsa a Hillman e questo deve averla scocciata.

Silvia Negretti ha detto...

Massì, non ci pensare a vai avanti!!!
Ce ne sono di blogger che censurano ogni commento che non condivide quello che dicono o fanno, mica puoi fartene un problema tu! Il problema è loro, semmai!
Che ti importa, questa faccenda dei blog è tutto un gioco, qualcuno lo pronde troppo sul serio, ma sempre un gioco rimane! ;D
Baci!
S
http://s-fashion-avenue.blogspot.it

Ernest ha detto...

se non sbaglio credo di non averlo mai fatto... e di insulti soprattutto all'inizio ne ho presi parecchi.
Sinceramente censurerei solamente in caso di gravi cose scritte... perché credo si debba tenere sempre a mente che i responsabili siamo noi.